PREMANA/CIAO NICOLA, NON HAI AVUTO… IL CUORE DI DIRE NO. LE VERE RAGIONI DELLA FINE DI UN’AMMINISTRAZIONE



Che brutto spettacolo. Prima una “convenzione” che regala ampie fasce di territorio ai privati, firmata dal sindaco di allora a favore di un gruppo privato. Poi anni di cessioni di corsi d’acqua e spazi verdi, sempre al business dell’idroelettrico. Poi ancora lo scontro, durissimo, sul fronte del Fraina – con morti e feriti (politici ma pure sociali e ovviamente economici). Infine, la conclusione tempestosa e carica di rancori e rimpianti: the end. Addio all’amministrazione comunale Fazzini, arriva un commissario prefettizio. Che a dirla tutta è uno smacco generale, è l’ammissione di un intero paese di non essere in grado di gestirsi. Una spaccatura grave, con rivoli di rabbia e contorno di astio e risentimento. Tutto per la mancanza di una linea ferma, decisa e univoca.

Spiace doverlo registrare, ma come e perché sia finita così è sotto gli occhi di tutti. Un’amministrazione nata anche e soprattutto per contrastare le centrali, una lista che aveva scritto a chiare lettere nel suo programma di voler “dare un fermo alle concessioni in un territorio come quello di Premana” non ha avuto il cuore (eufemismo) di reagire alla minacciosa diffida che nelle sue ultime righe chiamava in causa direttamente sindaco e consiglieri, avvisandoli neanche tanto velatamente che in caso di mancato sgravio dell’uso civico sraebbero stati guai – per loro e per il Comune.

Questo giornale conosce diversi dei protagonisti. E sa che la gran parte avrebbe espresso il suo “no” alla centrale. se si fosse arrivati al voto. Ma quella votazione non c’è stata, non ci si è giunti dopo lo sfrangiamento dell’intera compagine di maggioranza, terrorizzata da quella diffida. Adesso, a babbo morto esponenti di quella ex maggioranza, sindaco e consiglieri, se la prendono pubblicamente con i movimenti a difesa del territorio e (udite udite) con il “bombardamento mediatico”. La colpa di questo incredibile tracollo non è della mancanza di decisione, della paura – propria e indotta -, dell’incapacità di arrivare ad un voto nella sede naturale del dibattito pubblico dove solo in due, Fazzini e la Pomoni – sono riusciti almeno a presentarsi – no: la responsabilità è del “clima” intorno agli amministratori, della “tensione” alla quale loro non hanno retto.

Si comprende l’emotività, non si giustificano i comportamenti. Perché, come segnalato da VN, la giunta Fazzini aveva anche commissionato un importante “parere pro veritate” ad un legale esperto; nel timore di dover pagare eventuali risarcimenti, di persona e come municipio, gli amministratori hanno speso qualche centinaio di euro per fari dire che non dovevano temere. Eppure, malgrado quel responso hanno scelto di non votare, di affidare la questione al commissario prefettizio nominato oggi e/o al governo premanese che verrà.

Davanti a questi fatti, chi legge è libero di farsi un’opinione. Di capire con estrema facilità se il crollo di Nicola Fazzini e i suoi sette sia dovuto sì “alla pressione”, ma a QUALE: quella ingenerata da una diffida di privati, per quanto grandi grossi e potenti o a quella popolare (e “mediatica”). Se la seconda non sia stata ingenerata dalla prima – o meglio dalla assoluta mancanza di reazione di fronte alla minaccia originale. Perché la reazione “di popolo” è legittima e se nasce ha una ragione: io ti ho votato per questo, tu non fai quello per cui ti ho votato, io protesto. Tutto molto semplice. Fin troppo. Il dilemma era tra votare no alla centrale e “rischiare” quelle azioni risarcitorie che il parere ufficiale richiesto al legale negava, oppure dire di sì ma tradire il mandato. “Vivere Premana” ha deciso di non decidere. Non ha scelto tra il sì e il no, non ha scelto proprio. Si è sfaldata prima, lasciando ad altri l’onere.
Il che motiva le prime parole di questo editoriale: che brutto spettacolo.

VN

 

 

 

 

.





VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

SI FA ABBASTANZA IN VALSASSINA PER DIFENDERE LA NATURA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

dicembre 2016
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031