SCI, IL NUOVO CHE CRESCE IN EUROPA ORA GUARDA… “AL MONDO”: ASJA ZENERE AVANTI TUTTA



BARZIO – Senza nulla togliere ad altri è lei, la barziese acquisita e vicentina di nascita Asja Zenere, il nuovo che avanza.

La 26enne carabiniera originaria di Enego (VI) è infatti salita alla ribalta nazionale e non solo per la splendida doppietta realizzata in Coppa Europa, nei due giganti disputati sui pendii di Ponte di Legno quando salì per ben due volte sul gradino più alto del podio. Dopo tanti bocconi amari deglutiti a causa dei vari infortuni, finalmente anche il destino beffardo si è arreso alla cocciutaggine della ragazza. Si gira pagina, un foglio rimasto bianco stagioni fa quando si stava affacciando in Coppa del Mondo – e che ora lei è impaziente di poter riempire con altri bei racconti.

MARTA BASSINO SUONA LA SESTA AL SESTRIERE. BRIGNONE QUARTA, ZENERE 11/A - FISI | Federazione Italiana Sport InvernaliAd oggi il suo risultato migliore in carriera resta l’undicesimo posto conseguito nel gigante del Sestriere di CdM – vinto dalla compagna in azzurro Marta Bassino (nella foto a sinistra da Fisi.org).
“È vero – esclama decisa Asja – un risultato straordinario che mi ha ripagato di tante sofferenze”.

A quanto pare un piazzamento che non accontenta del tutto…
“Si, nel senso che bisogna sempre essere ambiziosi e tentare di alzare l’asticella. Non fraintendete: sono felice di quell’11esimo posto – ma lo stesso deve essere solo un punto di partenza”.

Zenere, ora anche tanti barziesi attraverso i social le stanno vicino; la sua cerchia di tifosi si è raddoppiata, sull’asse lombardo-veneto.
“Vero, anche se sono cresciuta in Veneto e i fan arrivano in maggior numero da quella parte, tuttavia pure a Barzio e in Valsassina sto riscontrando un buon seguito. Approfitto per ringraziare tutti”.

Adesso qualche giorno di riposo con l’obiettivo di rituffarsi in Coppa del Mondo nei due giganti di fine mese (27 e 28) a Semmering in Austria.
“Certo, dopo il pettorale 43 avuto al Sestriere credo che potrei avere un numero intorno al 35 quindi, con una situazione in pista sulla carta più favorevole – anche se a me non hanno mai fatto paura tracciati usurati, che presentano qualche difficoltà in più. Vedremo”.

Si tratta del quinto podio in Coppa Europa. Un bottino di cui andare fiera.
“Si mi ritengo abbastanza soddisfatta, anche se bisogna, come dicevo prima, dare un seguito. Ho vinto a Ponte su una pista in cui non avevo mai sciato – ma bisogna sapersi adattare, questa è una delle mia peculiarità. Poi ho vinto il Gigante d’apertura (quello del 13/12, Ndr) nel giorno del mio compleanno – meglio non potevo davvero festeggiare”.

Talvolta durante i test in Lombardia, accade che il marito e quindi il tecnico dello Sci Club Lecco Giuseppe Alborghetti – diriga anche lei. Crede possa essere un vantaggio?
“Si e no, nel senso che magari sapendo bene quello che posso realisticamente dare è più diretto con me; in ogni caso nulla di particolare”.

I suoi rapporti con il club manzoniano?
“Buoni direi, potersi allenare con degli amici quando capita è sempre un piacere”.

Rammentava di un certo invito giunto dalla lontana Sardegna….
“In effetti è così: dei tifosi ci hanno invitato per un catering… è bello vedere come lo sci possa essere popolare anche in un luogo di mare – vedremo di andarci, naturalmente insieme a Giuseppe”.

Da sempre amante di tracciati tecnici, molto ghiacciati, ha come punto di riferimento l’elvetica Lara Gut. Perché?
“Facile, ritengo sia una sciatrice completa da cui apprendere davvero molto, cerco di rubare da lei i trucchi del mestiere. Io però visionandoli al monitor voglio imparare un po’ da tutti, anche dai ragazzi”.

Quando vedremo Asja Zenere arrivare sul podio di Coppa del Mondo?
“Io lavoro per questo, sinceramente non so dire se i tempi siano maturi – ma non ho assolutamente fretta. Il percorso di crescita arriverà graduale, senza alcun tipo di assillo”.

Comanda sia la generale di Coppa Europa, sia quella del Gigante. Considerando che ne basta una per acquisire il diritto a un posto fisso in Coppa del Mondo 2023/24, su quale intende virare?
“E perché non puntare su entrambe? Realisticamente la possibilità per l’accoppiata esiste – staremo a vedere”.

Attualmente è una gigantista che non disdegna il SuperG, anche se agli albori iniziò da discesista sotto gli occhi dell’ex Coppa del Mondo Lucia Recchia…
“Esatto, ma anche in seguito agli infortuni preferii cimentarmi nel Gigante. Tuttavia se ci fossero le condizioni magari potrei tornare all’antico amore – dipende da molti fattori, vedremo in futuro”.

Alessandro Montanelli

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

FUSIONE IN CENTRO VALLE: INTROBIO DEVE ENTRARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

dicembre 2022
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

METEO VALSASSINA