ANZIANI: L’INCONTINENZA URINARIA TRA I DISTURBI PIÙ COMUNI



L’incontinenza urinaria rappresenta uno dei disturbi più diffusi tra la popolazione anziana. In Italia, si stima che fino a 7 milioni di persone siano affette da incontinenza urinaria e fecale, con un impatto significativo sulla loro vita quotidiana e sul benessere emotivo.

Nonostante la sua alta prevalenza, solo il 25% degli individui colpiti sceglie di ricorrere a una terapia, spesso a causa dell’imbarazzo o della mancanza di informazioni. La condizione, che vede le donne maggiormente esposte in giovane età, non effettua discriminazioni in base al sesso superati i 75 anni, momento in cui l’incidenza si equipara tra uomini e donne.

L’incontinenza urinaria si manifesta attraverso la perdita involontaria di urina, da lieve a severa, e può derivare da una varietà di cause legate alla disfunzione del pavimento pelvico. Affrontare questo tabù, migliorare la consapevolezza e promuovere l’accesso alle cure rappresenta una sfida urgente per la salute pubblica e il benessere degli anziani.

Incontinenza: fattori di rischio e cause nell’anziano

L’incontinenza urinaria negli anziani può essere scatenata da una complessa interazione di fattori di rischio e cause sottostanti. Le malattie del tessuto connettivo o metaboliche, come il diabete, svolgono un ruolo cruciale nell’aumentare la vulnerabilità all’incontinenza, influenzando la funzionalità della vescica e degli sfinteri uretrali.

Allo stesso tempo, le malattie neurologiche, come il Parkinson e l’Alzheimer, o lesioni al midollo spinale, possono compromettere le funzionalità nervose responsabili del controllo della vescica, aumentando il rischio di incontinenza.

Nelle donne over 60, tra le cause comuni vi sono anche gli esiti traumatici post-parto o conseguenti a interventi chirurgici, come l’isterectomia, che possono danneggiare i nervi o i tessuti che supportano la vescica e l’uretra, compromettendo con il passare del tempo il normale controllo della minzione. Inoltre, infiammazioni vescicali ricorrenti o cistiti gravi possono portare a cambiamenti strutturali nella parete vescicale e negli sfinteri uretrali, alterando la percezione dello stimolo urinario. Naturalmente, anche i cambiamenti ormonali legati alla menopausa nelle donne possono indebolire i muscoli del pavimento pelvico, contribuendo all’insorgenza dell’incontinenza urinaria.

Negli uomini over 60, invece, l’incontinenza può manifestarsi a seguito di patologie prostatiche o come conseguenza di esiti traumatici chirurgici, che possono interferire con la normale funzione urinaria.

L’importanza di identificare questi fattori di rischio e cause specifiche è fondamentale per sviluppare un piano di trattamento efficace e personalizzato per gli anziani, mirato non solo a gestire i sintomi, ma anche a migliorare la qualità della loro vita.

Presidi di protezione per la gestione dell’incontinenza urinaria

La scelta del presidio di protezione giusto è un elemento chiave nella gestione dell’incontinenza urinaria negli anziani, offrendo non solo un sollievo pratico, ma anche un supporto per la dignità e l’autostima degli individui colpiti.

La decisione dovrebbe tenere conto di diversi fattori, inclusa la severità dell’incontinenza, il livello di attività dell’individuo e le preferenze personali.

Le strisce assorbenti per anziani rappresentano una delle soluzioni più efficaci e discrete per affrontare questo disturbo. Questi ausili di protezione sono progettati per offrire un’assorbenza ottimale, garantendo al contempo comfort e igiene.

Per disporre di un’ampia varietà di scelta, valuta l’acquisto di strisce assorbenti per anziani su portali specializzati come Bibulo.it, che seleziona esclusivamente proposte dei migliori marchi attualmente attivi sul mercato, contraddistinguendosi per prezzi piuttosto competitivi.

Realizzati con materiali traspiranti, i pannoloni rettangolari per anziani prevengono il surriscaldamento e la sudorazione, salvaguardando la salute della pelle. La loro forma consente una copertura estesa e una capacità di assorbimento superiore, rendendoli adatti a situazioni di incontinenza da lieve a grave. Possono essere utilizzati con biancheria intima classica o in abbinamento a mutandine impermeabili, offrendo flessibilità nell’uso quotidiano.

Questi prodotti risultano indicati anche per anziani con problemi di mobilità o demenza, che possono sperimentare difficoltà nel raggiungere tempestivamente il bagno, o coloro che soffrono di incontinenza a seguito di condizioni mediche specifiche.

 

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

DROGA IN VALLE, SUFFICIENTE LA RETATA IN ALTOPIANO?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

febbraio 2024
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829  

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK