DAL TRIBUNALE/VALSASSINESE VITTIMA D’UNA TRUFFA A LIVELLO NAZIONALE



PASTURO – Un giovane abitante di Pasturo risulta vittima di una truffa, a livello nazionale. La persona che avrebbe fatto da tramite, una 35enne residente nel Lecchese, è finita oggi davanti al giudice Gianluca Piantadosi per la presunta truffa.

I fatti sono alquanto controversi: la 35enne, amica del valsassinese, aveva consentito a due napoletani di condividere un conto PostePay per la vendita di due caschi; per conto loro però, i due si sarebbero serviti dei dati per mettere in atto una truffa a danni di più persone a livello nazionale, tra i quali il giovane residente a Pasturo. I napoletani infatti avrebbero offerto una polizza assicurativa al valsassinese, per una cifra di 270 euro, ma dopo il versamento quest’ultimo non ne ha avuto più notizie. Così ha denunciato ai carabinieri il raggiro e gli inquirenti sono risalti alla 35enne.

Sentita dal giudice Piantadosi, la donna ha respinto le accuse ed è stata assolta per non aver commesso il fatto. Il magistrato ha rinviato gli atti alla Procura per indagare per il reato ipotizzato di truffa in concorso a carico dei due napoletani – già conosciuti a livello nazionale per raggiri analoghi messi in atto in tutta Italia. Truffe di entità limitata, ma pur sempre tali.

RedGiu

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

DROGA IN VALLE, SUFFICIENTE LA RETATA IN ALTOPIANO?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK