Introbio, la maggioranza ha trovato ”una situazione economica grave”



Il bilancio del 2010 per il Comune di Introbio sarà piccolo, non abbiamo voluto mettere nelle entrate delle voci che non possano essere coperte" ha spiegato Fernando Rupani, sindaco di Introbio nel "mini" consiglio di ieri sera. "Da quest’anno, l’Unione dei Comuni sarà una specie di controllore; in pratica, ogni due mesi avviserà i diversi municipi della Valle ricordando loro com’è la situazione delle spese" ha aggiunto il primo cittadino nonché presidente della stessa Unione, "in maniera che se uno ha per esempio diecimilaeuro da spendere e ne ha spesi già la metà, saprà grazie a questa comunicazione che non potrà spenderne più di altri 5mila e si regolerà di conseguenza".

Tutto questo, ha spiegato, "per evitare di trovarci nella situazione in cui ci siamo trovati ad inizio amministrazione a giugno, con un bilancio pieno di spese che non trovavano un riscontro con delle entrate corrispondenti".
 
"In questi mesi siamo stati chiusi in Comune a rovistare carte e fare numeri" ha commentato Rupani, "ora è arrivato il momento di lavorare e dimostrare ai cittadini di Introbio cosa sappiamo fare".
 
La nuova amministrazione che ha vinto le ultime elezioni si è trovata ad affrontare una situazione difficile dal punto di vista finanziario, con mutui da pagare, debiti verso l’Unione dei Comuni e altre spese che hanno fatto gonfiare di molto il bilancio, soprattutto nella colonna delle uscite.
 
Andreina Magni, per la minoranza, ha giustificato i "buchi" spiegando che negli ultimi anni dell’amministrazione Marconi ci sono state delle spese maggiorate, come quelle legali per far fronte al caso Mariani, oppure le copiose nevicate che hanno fatto spendere quasi settantamila euro per pulire le strade o ancora l’aumento delle richieste per servizi sociali che hanno gonfiato le spese.
 
"Io e la mia amministrazione" ha detto Rupani, "non abbiamo niente da recriminare sull’amministrazione precedente, facciamo soltanto il punto della situazione"; e ha aggiunto alla fine che "non abbiamo nessun dubbio sulla correttezza nell’utilizzo dei soldi a disposizione, soltanto che a fine mandato, la situazione economica era piuttosto grave e noi partiamo con questo handicap, ma cercheremo di venirne fuori".


IL DOCUMENTO DI "ARIA NUOVA" SULLA SITUAZIONE DI BILANCIO

Il gruppo Aria Nuova, con la presente dichiarazione a verbale esprime la propria posizione sul contenuto del bilancio di previsione e sulle relative conseguenze amministrative, che sono imposte all’amministrazione per le limitate risorse di bilancio e dalla situazione contabile che è stata ereditata.
Gli aspetti che si vogliono segnalare sono principalmente legati al fatto, così come comunicato dal Sindaco nella sua esposizione, che il bilancio del prossimo anno parte gravato di un onere finanziario per sanare gli squilibri di gestione provenienti dall’esercizio 2008 e seguenti.
Non entriamo nel merito delle ragioni, o delle cause o delle motivazioni che hanno determinato le spese, né esprimiamo giudizi di merito nei confronti di coloro che le hanno disposte, ma non si può però evitare di fare considerazioni sullo stato di fatto, nella quale l’amministrazione di Introbio insediatasi nello scorso mese di giugno, è costretta a lavorare.
Con il recente provvedimento consiliare di riequilibrio del bilancio, sono stati già adottati i necessari provvedimenti contabili, e specificatamente prevedendo dal prossimo esercizio finanziario anno 2010 la vendita di beni immobili del patrimonio comunale, ai sensi dell’articolo 193 del testo unico 267/ 2000, ma nello stesso tempo si è fortemente pregiudicata la possibilità di rispettare impegni e tempi di realizzazione del programma elettorale del gruppo Aria Nuova, presentato agli elettori
I predetti squilibri di gestione sono nella quasi totalità dovuti alle spese di partecipazione all’Unione dei Comuni
Alla luce di quanto sopra e delle analisi fatte, le risorse finanziarie disponibili non sono sufficienti a coprire le spese, e quindi si è responsabilmente e necessariamente iniziato a porvi rimedio, con opportune azioni e informazioni.
La partecipazione alla Unione dei Comuni, che consente di avere servizi per la cittadinanza in modo consortile, e anche per poter fruire dei contributi pubblici derivanti dall’aggregazione deve essere rivista, e impone per la spesa un migliore collegamento e controllo fra gli uffici dei due enti, per evitare il ripetersi di situazioni come quella attuale.
Si comunica che Sindaco, l’Esecutivo, e Gruppo Consiliare Aria Nuova, con l’obiettivo di mantenere il massimo dei benefici per la cittadinanza, in sintonia con gli altri responsabili dei comuni interessati, ha già intrapreso attività di analisi e di verifica della gestione dell’Unione, per individuare e adeguatamente correggere le criticità in essere.

ARIA NUOVA
Il capogruppo
Gianfranco Magni
18 dicembre 2009
 

 

Nella foto: lo scambio di consegne tra Marconi e Rupani dopo le elezioni di giugno

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

CHE SI DICE DEI VALSASSINESI FUORI DALLA VALLE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

dicembre: 2009
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031