CASARGO, CI RISIAMO: CASSONETTI ”TERRA DI NESSUNO”. ARRIVANO LE LAMENTELE



Un periodo impegnato per il postino virtuale di VN che sta recapitando molte segnalazioni in redazione. Probabilmente il periodo post elettorale ha incentivato alla scrittura, nel’auspicio che le amministrazioni nuove – o rinnovate, come a Casargo – prendano in considerazione le lettere inserendole in agenda. In Alta Valle i cassonetti in zona Eurovillaggio di Casargo hanno indignato una mamma che oltre a lamentarsi dell’aspetto "di pulizia" rimpiange il tempo in cui ci si passava vestiti e giocattoli in buono stato, mentre ora vengono buttati via.

Caro VN,
so che in questo periodo ci sono problemi ben più seri tuttavia vorrei dire la mia e lanciare senza pretese un appello. Abito a Casargo e  devo dire che la piazzola dei rifiuti vicino alla zona dell eurovillaggio versa quasi sempre in condizioni pietose.
Ci sono cassonetti vetusti alcuni dei quali per vetro,carta, plastica e alluminio ma la maggior parte è per il sacco nero indifferenziato; non capisco perchè il mio comune non si sia ancora adeguato come molti altri alla raccolta differenziata porta porta ma si continui a far confluire quasi tutto nell indifferenziato, che come tutti sanno ha un costo di smaltimento più alto. Oltretutto questo sistema non stimola certo la popolazione verso la raccolta differenziata,
E poi la piazzola richiama tanta gente anche da paesi limitrofi, così come gente delle case di villeggiatura che non potendolo fare nei proprio immondezzaio condominiale a Milano e dintorni pensa bene di buttare i rifiuti di ogni genere fuori e dentro i cassonetti. Dopo ponti e fine settimana vari non è raro imbattersi in una piazzola che diventa molto simile ad un deposito di un rigattiere: sedie, lampadari, giocattoli, vestiti, vecchie enciclopedie, e ciarpame vario da discarica tipico di chi ha appena svuotato una cantina. immagino la pazienza degli operai della nettezza urbana a caricare manualmente su i camion tutti i rifiuti di ogni genere lasciati a terra.
Temo che le telecamere piazzate servano a poco, sono diminuiti i grandi elettrodomestici lasciati lì ma forse solo perchè la gente ha capito che chiamando la ditta incaricata sono ritirati gratuitamente. In questi giorni sono passata è c era un cumulo di vestititini da bambino in buono stato  abbandonati per terra in un sacco rotto dai gatti che in cerca di cibo ne avevano fatto scempio. Forse sarò una mamma all antica venuta su in.un periodo in cui passarsi i vestiti era una abitudine, lo stesso è stato per i miei figli, ma possibile che in questo momento difficile per molti si possano buttare via con leggerezza vestiti in un buono stato che potrebbero ancora essere riutillizzati? Ormai ovunque ci sono i cassonetti caritas o vari punti di raccolta senza contare che, purtoppo, parlando con la gente si scoprono sempre più situazioni di bisogno anche a noi molto vicino.
Il mio appello è proprio questo non buttate vestiti o giochi ancora in buono stato oltre che fare uno spettacolo poco decoroso potrebbero tornare molto utili a tante persone, pensiamoci!
(lettera firmata)

 

 

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MALTEMPO: FA ANCORA PAURA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO