CAPRA OROBICA A RISCHIO ESTINZIONE. L’ALLARME DA COLDIRETTI: 6 TIPI BOVINI, 3 OVINI E 5 CAPRINI POTREBBERO SCOMPARIRE DALLA “FATTORIA LOMBARDA”



VERONA – Sono 14 le razze animali a rischio estinzione tutelate in Lombardia. È quanto afferma la Coldiretti regionale in occasione dell’inaugurazione della Fieragricola di Verona, al via ieri, mercoledì 3 febbraio, con la più grande e varia “stalla” mai aperta al pubblico in città con la presenza di 600 animali delle più diverse razze sopravvissute, realizzata da Coldiretti e Associazione Italiana Allevatori.

Negli ultimi cinque anni – spiega la Coldiretti regionale – la fattoria lombarda ha perso oltre 360 mila animali, con il pericolo di estinzione di razze storiche, mentre ancora oggi dalle Alpi al Po si contano quasi un milione e mezzo di mucche, più di 4 milioni di maiali e 213 mila tra pecore e capre. “Una situazione – commenta Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia – che oltre a ridurre il nostro patrimonio zootecnico, mina l’economia di un intero settore produttivo e mette a rischio la biodiversità territoriale”.

Attualmente – spiega la Coldiretti Lombardia – tra le razze in pericolo si contano 6 tipi di bovini, 3 ovini e 5 caprini. Se della mucca Varzese Ottonese, unica razza bovina autoctona della Lombardia diffusasi probabilmente dopo l’arrivo dei Longobardi, sono rimaste un centinaio di femmine tra le province di Milano, Lodi e Pavia, la capra Verzaschese dal caratteristico mantello nero si trova solamente in una ventina di allevamenti tra le province di Como e Varese.

Tra i bovini a rischio ci sono poi la Cabannina, dalla caratteristica riga color crema sul dorso, la Bianca di Val Padana il cui latte è utilizzato per produrre il Parmigiano Reggiano, la Rendena razza longeva per eccellenza, la Bruna Linea Carne discendente da animali diffusi in Svizzera, Austria e Baviera, e la Grigio Alpina che può arrivare a pesare fino 650 chili.
A questi – continua la Coldiretti Lombardia – si aggiungono le pecore: da quella di Corteno diffusa nella Comunità Montana di Valle Camonica, alla Ciuta che per un periodo si è creduta estinta, fino alla pecora Brianzola. Tra le capre a rischio scomparsa in Lombardia ci sono la Orobica dalle corna imponenti e il cui latte è utilizzato per la realizzazione del Bitto Storico, la capra Frontalasca che prende il nome dal paese dell’alta Valtellina di cui è originaria, la Bionda dell’Adamello e la capra di Livo diffusa in provincia di Como.

“La sopravvivenza di queste razze a rischio estinzione – conclude il Presidente Ettore Prandini – è garantita dal lavoro di allevatori che scelgono di investire su animali custodi di biodiversità genetica e testimoni della nostra storia rurale, da cui dipende la tipicità dei prodotti della nostra agricoltura”. In Italia negli ultimi dieci anni sono scomparsi 2 milioni di animali tra mucche, maiali e pecore, ma a rischio c’è anche il primato dell’enogastronomia Made in Italy con la dipendenza dall’estero che per carne, salumi, latte formaggi che è vicina al 40%.

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

LE CENTRALINE IDROELETTRICHE SUI NOSTRI CORSI D'ACQUA

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

febbraio: 2016
L M M G V S D
« Gen   Mar »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
29