TECNOLOGIA PORTAMI VIA… UNDICESIMA PUNTATA: GESTIRE LE PASSWORD



TECNOLOGIA PORTAMI VIA logoUno spazio con consigli e buone pratiche per gestire la tecnologia che ci circonda. Dalle minacce del web agli aggiornamenti sulle Tv digitali, dai servizi proposti nelle App per smartphone e tablet alle opportunità rintracciabili nella vastità dei contenuti internet.

Periodicamente coglieremo tematiche utili ai lettori dal mondo della tecnologia “domestica” e le declineremo in modo da renderle accessibili a tutti. > Qui tutte le precedenti puntate

11 – GESTIRE LE PASSWORD

Ormai le password si usano ovunque, dagli smartphone agli accessi all’homebanking. Solo chi è a conoscenza delle password può accedere ai siti/servizi riservati, per questo motivo le password non devono essere troppo semplici. Spesso per fare prima si usano le solite password: 123456, la propria data di nascita o quella dei figli, o addirittura la stessa parola password. Così facendo però si mettono a rischio i dati che la “parola chiave” dovrebbe proteggere.

password 1Un esempio semplice semplice: la password dell’indirizzo di posta elettronica. Chiunque “forzando” una password troppo banale riesca ad accede alla vostra casella e-mail potrà rubare e spiare la posta oltre a inviare messaggi a vostro nome.

Più sono facili da ricordare e più sono facili da rubare. Ormai diversi servizi prevedono un minimo di 8 caratteri e spesso devono contenere lettere maiuscole e minuscole contemporaneamente, oltre a numeri.

password 2In più sarebbe meglio evitare di usare la stessa password per più servizi e ricordarsi che ogni tanto le password andrebbero cambiate. In effetti ricordare tutte le password è impossibile, ma esiste sempre la “buona e vecchia” carta dove prendere nota, oppure ci si può appoggiare a programmi che le gestiscono, memorizzano e alcuni compilano automaticamente i siti che richiedono login e password, tipo questi: LastPass, Roboform, KeePass, ma non sono i soli. Ormai anche i browser per internet permettono di memorizzare le password (Internet Explorer, Chrome, Firefox, Opera…..)

Quando si creano le password un consiglio da seguire è tentare di renderle complicate con maiuscole e minuscole assieme a numeri, esempio: 12Mh37GW.! È complicata da ricordare, ma è complicata anche da scoprire.

Ancora meglio cercare di salvare/scrivere la password da qualche parte. Spesso si crea una password e poi dopo un po’ la si dimentica. Se non si vuole usare un programma come quelli elencati sopra un’idea può essere creare un documento di testo sul quale segnare tutto, e salvarlo da qualche parte nel pc oppure stamparlo e conservarlo gelosamente.

password 4La legge sulla privacy prevedrebbe che le password stampate siano conservate in un armadio/cassetto sotto chiave. Se non le si vuole mettere sotto chiave, almeno non le si lasci in bella vista, magari attaccate al monitor visibili a tutti quelli che guardano il computer.

E se si perde la password? Tutti i siti hanno una procedura di ripristino/reset password. Però per fare in modo che questo servizio di recupero funzioni devono essere compilati dei dati durante l’attivazione del servizio. Esempio, attivando un indirizzo di posta elettronica, oltre a nome e cognome, vengono chiesti i dati di nascita, un recapito telefonico, un secondo recapito e-mail e a volte viene proposto di inserire delle domande con risposte (Dove è nata tua mamma? Quale piatto che preferisci?). Se non si danno già all’origine queste informazioni aggiuntive, oltre nome/cognome, sarà molto più difficile recuperare le password in caso di smarrimento.

Questa pagina è curata e offerta da
ganassa tv banner




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

SCUOLA, AULE IN MUNICIPIO: SECONDO TE SONO OK?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

giugno: 2016
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930