BARZIO, IL COMUNE VA AVANTI NELLA COSTITUZIONE DELLA CER



BARZIO – Il progetto per la realizzazione di una CER (Comunità energetica rinnovabile) proposto da Comune di Barzio rientra nell’elenco stilato da Regione Lombardia, che riunisce “le progettualità ritenute meritevoli di accedere alla Fase 2, in adesione alla manifestazione di interesse” del 2022.

“Ciò significa – chiarisce il sindaco Giovanni Arrigoni Battaia – che il nostro progetto è stato ritenuto meritevole di finanziamento da parte del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica. Al momento non sappiamo ancora a quanto ammonterà tale contributo, ma quel che è certo è che il Comune di Barzio proseguirà nel suo intento di realizzare la Comunità energetica rinnovabile, con la convinzione che tale nuova realtà porterà beneficio all’intera comunità”.

Nell’ambito di una CER il Comune e i singoli cittadini che decideranno di parteciparvi, come semplici consumatori, produttori o entrambi (mediante l’installazione di impianto fotovoltaico), potranno dare un sostanziale contributo godendo dei benefici economici legati all’autoconsumo e alla vendita dell’energia prodotta alla CER stessa.

Alla base di una Comunità energetica c’è la decisione di un soggetto (o gruppo di soggetti, siano essi enti pubblici o privati cittadini) di autoprodurre energia con fonti rinnovabili, accumularla e/o scambiarla, generando così benefici economici e ambientali. Come detto, il Comune di Barzio ha già dato avvio alla realizzazione di questo progetto.

I SEGRETI DELLE COMUNITÀ ENERGETICHE RINNOVABILI, OLTRE LA CRISI E LA DISINFORMAZIONE

“Al momento – continua il sindaco – disponiamo di due impianti da 20 e 30 kWp ciascuno, realizzati rispettivamente sull’edificio dell’ex Municipio e al Palazzetto dello Sport dei Noccoli, con batterie di accumulo, ma l’intenzione è quella di procedere a un ampliamento. In questo contesto rinnoviamo l’invito alla cittadinanza ad aderire alla CER. L’inserimento nella graduatoria regionale è per noi la conferma della validità di quanto proposto e avviato, per questo vorremmo poter rendere ancora più ampio e produttivo il nostro progetto”.

Il progetto proposto prevede una potenza complessiva della CER di 337 kWp di cui 263 kWp da impianti pubblici. Ad oggi le adesioni ricevute sono 54, con benefici economici stimati di circa 40mila euro/anno da utilizzare a beneficio della comunità.

“Ogni cittadino è libero di dare vita a una CER, ma l’adesione a quella di prossima costituzione del Comune è un’ottima scelta, in quanto più una comunità energetica è grande e diversificata, più aumentano i benefit per gli aderenti. Inoltre va sottolineato che il Comune agisce senza scopo di lucro e deve reinvestire gli utili della CER in favore della collettività. L’Amministrazione comunale di Barzio crede fortemente in questo progetto ed è a disposizione della cittadinanza per fornire chiarimenti e indicazioni sulla Comunità energetica rinnovabile” conclude Arrigoni Battaia.

 

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

SICUREZZA NEI CANTIERI: FACCIAMO ABBASTANZA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK