LA STORIA/TRE DONNE (CINESI) IN VALLE E UNA MACCHINA FOTOGRAFICA



Tre uomini in barca - per non parlar del caneBALLABIO – Una qualche attinenza con la trama di ‘Tre uomini in barca e un cane” questa storia ce l’ha, perché parla di viaggio in compagnia, solamente al posto del cane c’è una macchina fotografica. All’origine una scena curiosa: tre giovani donne di origine asiatica in mezzo a una strada di Ballabio con una reflex montata su un trippiede, di notte. Ma è una vicenda quasi normale se concateniamo una giovane artista, ai campi da sci che piacciono tanto ai cinesi italianizzati della Lombardia, con l’Accademia delle Belle Arti di Firenze e infine un giornale locale che essendo on line si legge dappertutto.

Jiayi Lu ha 26 anni si è appena diplomata all’Accademia delle Belle Arti di Firenze come decoratrice, appassionata di arte insieme al fidanzato ha fondato l’associazione di ‘Design cinese e italiano in Italia’, da sei anni studia nel nostro Paese e da due coltiva il progetto di fotografare luoghi europei con taglio documentaristico per poi raccoglierlo in una mostra di scatti d’autore da allestire sia in Cina che in Italia.

Snapshot 1 (15-03-2016 15.07) Ieri sera era via Confalonieri a Ballabio ad aver attratto la sua attenzione di documentarista. Qui c’era arrivata aggregandosi a una studentessa dell’Accademia, Lju, giunta in Valsassina assieme alla sua collega di corso Ma per andare ai Piani di Bobbio.

Lju, appassionata di sci, si è guardata intorno su internet per trascorrere un paio di giorni sulla neve. Googolando è finita su un articolo di un giornale locale (il vostro), che parlava della prima gara sciistica europea per cinesi, tenutasi qualche settimana fa ai piani di Bobbio. Trovata la destinazione, ha individuato a Ballabio il luogo dove dormire e infine è partita con Ma e – aggiunta all’ultimo – Jiayi . “Questi sono i campi da sci più vicini a Firenze”, commenta Lju che nel capoluogo toscano sta studiando scenografia.

suzhou-3Le tre ragazze sono di Suzhou, una splendida cittadina a meno di cento chilometri da Shanghai, piccola Venezia collocata sulla via della Seta. Ancora oggi l’industria prevalente è quella tessile. Cresciute in una simile perla di ponti in pietra e pagode non stupisce che le studentesse presenti in Valsassina ieri abbiano scelto per i loro studi l’Italia, con la quale c’è un legame storico millenario. “Da noi l’Accademia di Firenze è famosa” affermano.

Rimane sullo sfondo Bobbio che sta diventando “ambasciatore” della Valsassina in Cina.

China girls 3

Nell’immagine da sinistra Jiayi Lu, Lju e Ma

Foto di Suzhou tratta da http://www.rmalimo.com/weird-and-wonderful-suzhou/

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

DOPO BELLANO-VENDROGNO: FUSIONI DEI COMUNI, CHE FARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO