Tornano dal futuro le auto volanti: anniversario del miglior mezzo anti-code e traffico



E’ davvero il sogno di tutti, schiacciare un bottone librarsi in volo ed evitare code, semafori ingorghi storici come quello della Valsassina, sicuramente qualche vacanziero in coda a Cortenova sapendo che avrebbe fatto la fila fino ad oltre Lecco ci ha pensato: un modo per snellire il traffico passando dal cielo, la via più corta e veloce. Bene, a realizzare il desiderio dei disgraziati in coda in Valle potrebbe pensare la Terrafugia, un piccolo costruttore americano. Fondata nel 2006 da un gruppo di ingegneri aerospaziali del Mit (Massachusetts Institute of Technology), la Terrafugia ha inventato la Transition, la prima auto volante che potrà, un giorno, essere prodotta in serie.

In versione "terrena" Terrafugia Transition diventa larga solo 200 cm e può trovare posto anche in garage. Spinta da un motore Rotax da 100 cavalli, in volo la Transition è in grado di raggiungere i 185 km/h, mentre in configurazione stradale la trazione è sulle ruote anteriori e la velocità si riduce a circa 140 km/hL’auto sembrerà  più un piccolo ultraleggero a due posti, in grado di trasformarsi in automobile. Lunga 570 cm, grazie alle ali riepiegabili, secondo il costruttore è in grado di completare la trasformazione in circa 30 secondi, premendo semplicemente solo tasto.  Il prezzo è fissato indicativamente a 150.000 euro ed i primi esemplari verranno consegnati non prima del 2011 una data non più così lontana per vedere le auto sorvolare la Valle dirette in Brianza dopo una domenica di sole… (fonte yahoo.it)

Magari è solo un caso ma nella settimana in cui viene presentata al pubblico la prima auto volante che verrà forse realizzata in serie, cade l’anniversario dell’uscita nei cinema della trilogia cinematografica di "Ritorno al futuro". Saga che presentò al pubblico una DeLorean volante nella seconda parte del famoso film che ha stregato chi l’ha saputo apprezzare dagli anni ’80 a oggi. Il primo capitolo uscì nelle sale italiane a metà luglio del 1985, dunque esattamente 25 anni fa, e rapì da subito i giovani grazie alla sceneggiatura innovativa,un abile misculgio di nostalgia e fantascenza, e soprattutto alla catena di eventi legati e incatenati nel tempo e nei due sequel che seguirono, uno ambientato nel futuro (esattamente nel 2015) ed uno nel FarWest.

Ed è proprio nella seconda parte, "Ritorno al futuro part II", che i due protagonisti si spostano su di una auto volante come tutti gli abitanti della loro città nel 2015, un futuro lontano nel 1985 quando uscì il film ma non più oggi. Code allora e code adesso, tra i rimedi e le alternative proposte dagli addetti ai lavori contro il traffico il prossimo fine settimana non c’è l’alternativa auto volante e magari nel 2015 non ci sposteremo tutti a diversi metri da terra come in "Ritorno al futuro" ma a 25 anni dall’uscuta di quella saga che oggi appare così vintage e nostalgica, quell’idea delle auto volanti sembra davvero poco fantascentifica e non più così lontana. Che sia davvero un’alternativa contro il traffico sulle nostre strade…

"Strade… dove stiamo andando non ci servono strade!"
 

Nel video sotto: Ritorno al futuro e le sue auto-volanti

 

 

 




VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

PICNIC E SCAMPAGNATE, TORNERANNO TURISTI E VILLEGGIANTI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO