FUOCHI D’ARTIFICIO, MA QUANTO COSTANO AI COMUNI? A CASARGO, PER ESEMPIO…



Croce e delizia. I fuochi d’artificio possono essere una vera e propria attrattiva per un paese, uno spettacolo per gli occhi con tutti i colori che illuminano il cielo delle sere valsassinesi. Inoltre spesso i fuochi si accompagnano a momenti consolidati e intensi della vita di un paese come, ad esempio, la festa patronale e contribuiscono a creare l’evento e il clima di festa.

Per altri invece i fuochi sono uno spreco di denaro pubblico, la prova provata di come le amministrazioni utilizzino le già poche risorse disponibili per attività effimere e che non portano a particolare ritorno. Il partito del no inoltre non fa leva unicamente sull’aspetto monetario  ma anche sul fatto che i fuochi ormai sono “la solita cosa” e consiglia di sostituirli con altre iniziative di maggior richiamo e meno chiassose.

Difficoltoso entrare  nel merito dei punti di vista anche perché riguardo ai costi sostenuti per gli spettacoli pirotecnici spesso non si trova traccia nell’attività dei Comuni e quindi tutte le cifre, con più o meno zeri, sono buone.

A Casargo invece è stato reso noto il costo sostenuto per lo spettacolo della notte di San Lorenzo in occasione della festa della Madonna di Pomaleccio – nella frazione di Indovero. 2.420 euro IVA Inclusa, questo quanto liquidato alla ditta incaricata, la Mattarello s.r.l. di Arquà Polesine (Rovigo), per la serata.

1016356_552251914821611_968750328_n
 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

IL PONTICELLO "FANTASMA" ALLA BOCCA DI BIANDINO

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

settembre: 2013
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30