FUOCHI D’ARTIFICIO, MA QUANTO COSTANO AI COMUNI? A CASARGO, PER ESEMPIO…



Croce e delizia. I fuochi d’artificio possono essere una vera e propria attrattiva per un paese, uno spettacolo per gli occhi con tutti i colori che illuminano il cielo delle sere valsassinesi. Inoltre spesso i fuochi si accompagnano a momenti consolidati e intensi della vita di un paese come, ad esempio, la festa patronale e contribuiscono a creare l’evento e il clima di festa.

Per altri invece i fuochi sono uno spreco di denaro pubblico, la prova provata di come le amministrazioni utilizzino le già poche risorse disponibili per attività effimere e che non portano a particolare ritorno. Il partito del no inoltre non fa leva unicamente sull’aspetto monetario  ma anche sul fatto che i fuochi ormai sono “la solita cosa” e consiglia di sostituirli con altre iniziative di maggior richiamo e meno chiassose.

Difficoltoso entrare  nel merito dei punti di vista anche perché riguardo ai costi sostenuti per gli spettacoli pirotecnici spesso non si trova traccia nell’attività dei Comuni e quindi tutte le cifre, con più o meno zeri, sono buone.

A Casargo invece è stato reso noto il costo sostenuto per lo spettacolo della notte di San Lorenzo in occasione della festa della Madonna di Pomaleccio – nella frazione di Indovero. 2.420 euro IVA Inclusa, questo quanto liquidato alla ditta incaricata, la Mattarello s.r.l. di Arquà Polesine (Rovigo), per la serata.

1016356_552251914821611_968750328_n
 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MALTEMPO: FA ANCORA PAURA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

settembre: 2013
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30