UN GEMELLAGGIO E UN GONFALON SELVAGGIO



Ne è passato di tempo e ancor oggi, rileggendo per caso questi versi, chi scrive si è chiesto,  come allora, cosa mai fosse quel  “gonfalon selvaggio” cui il poeta dava il benvenuto per la festa fiorentina del Calendimaggio. Era l’ampio ramo fiorito selvatico (il “maio”) che si usava appendere per l’occasione alle porte di casa? O più verosimilmente uno dei  grandi stendardi dai bei motivi floreali silvestri ossia  “selvaggi” che salutavano per le strade di Firenze l’arrivo della primavera? La questione rimane aperta, ma di certo nessuno arde dal desiderio di avere qui una risposta definitiva.

Ci si chiederà solo il perché della citazione iniziale. E’ stata una pura associazione di idee, il  maggio che fa rima con gemellaggio e il gonfalone di cui si dirà più avanti.  A  maggio infatti si rinnova in Valsassina, come ogni due anni dal 2003, un atteso appuntamento tra valsassinesi e borgognoni.

Si tratta di un incontro tra due comunità di lingua e tradizioni diverse che sentono però di appartenere ad una patria comune: l’Europa. Un incontro tra persone consapevoli di dare un piccolissimo ma pur sempre significativo contributo a realizzare il grande obiettivo di una Europa unita. Soprattutto dell’Europa unita dei Popoli. Sono una cinquantina i francesi  in arrivo e tutti verranno  ospitati in famiglia, proprio allo scopo dichiarato di avvicinarli alla nostra realtà e di stabilire nuovi legami di simpatia o di amicizia, per molti già molto stretti da anni (vedasi www.jrvv.fr).  Il  Comitato per i Gemellaggi,  presieduto da Giselda Barina, è già da tempo al lavoro per organizzare l’evento. Il Comitato è un organo dell’Unione dei Comuni del Centro Valsassina e Grigna Settentrionale. Nel 2003 i sindaci dell’Unione hanno firmato un patto di  gemellaggio con la Municipalità de La Roche Vineuse (ridente ed operosa località della Borgogna, non distante dalla città di Macon, a sua volta gemellata con Lecco). Proprio per  rinsaldare il patto in occasione del decennale, il programma dell’incontro 2014 prevede una cerimonia analoga a quella svoltasi l’anno scorso a La Roche Vineuse. Presenzieranno da parte francese  il neoeletto  Sindaco  de La Roche Vineuse Robert Luquet, il Sindaco uscente Bernard Desroches, da sempre attivo sostenitore del gemellaggio, ed il presidente del Comité de Jumelage Yannick Scavardo. Per quanto riguarda le date , i “gemelli” francesi  arriveranno nel pomeriggio del  1° maggio e ripartiranno nella mattinata di domenica 4 maggio.

Ben venga maggio, dunque,  ben venga il gemellaggio. Ma che c’entra il gonfalon “selvaggio”? Nell’evento di quest’anno c’è pure quello, ed è il gonfalone di Taceno. Questa  amena località della Valsassina  è infatti entrata a far parte (come sesta realtà assieme a Cortenova, Introbio, Parlasco, Pasturo e Primaluna) dell’Unione dei Comuni e quindi del gemellaggio.  E’ vero che nel gonfalone di Taceno non c’è apparentemente alcun motivo che lo renda “selvaggio” così come intendeva il Poliziano: lo stemma raffigura però, in argento su sfondo azzurro, una bella fontana a due vasche sovrapposte dalle quali zampilla acqua in abbondanza.  Sappiamo tutti che quella è l’acqua, già definita portentosa, della Antica Fonte di Tartavalle ed è facile immaginare che essa sgorghi  “selvaggia” e pura dalle rocce della Grigna. Ecco il perché del gonfalon selvaggio di Taceno. Che vanta un sito talmente bello e rinomato che la stazione ferroviaria di Bellano, sul lago di Como, da oltre un secolo sfoggia la denominazione ufficiale di  Bellano – Terme di Tartavalle.  Nell’inviare un cordiale saluto ai cittadini di Taceno e in particolare a coloro che vorranno condividere gli ideali del gemellaggio, il Comitato auspica che Tartavalle possa costituire  un nuovo punto di partenza per ridonare a Taceno la reputazione e l’immagine prestigiosa di un tempo.

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MAXI ALBERGO IN COLDOGNA: COSA NE PENSI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

aprile: 2014
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930