CADDE DAL PONTEGGIO A MOGGIO, I TRE TITOLARI A PROCESSO PER LESIONI



LECCO – Precipitò dall’impalcatura e rimase una decina di giorni in ospedale in gravi condizioni. Ora i tre valsassinesi titolari di altrettante imprese del settore edile devono rispondere per lesioni.

L’infortunio – uno dei mai troppo rari sul lavoro – risale al 19 giugno 2012; l’operaio, un comasco all’epoca 53enne, stava lavorando alla ristrutturazione di una casa in via papa Giovanni XXIII a Moggio, vicino al cimitero. I soccorsi intervennero in codice rosso: dapprima arrivarono ambulanza e auto medica, a seguire atterrò l’elicottero del 118 per il trasporto a Gravedona. I nostri cronisti ricordano la concitazione di quei momenti con tanto di tecnico sbarcato dal velivolo a impallare le legittime riprese. Le immagini e il video in pagina riguardano proprio quell’evento.

Oggi al Palazzo di giustizia di Lecco sono comparsi A.M., G.L. e G.C., i tre legali rappresentanti delle imprese coinvolte qual giorno nel cantiere di Moggio, chiamati appunto a rispondere per le lesioni occorse all’operaio. Davanti al giudice Martina Beggio ed al pubblico ministero Mattia Mascaro è iniziata la ricostruzione dei fatti ascoltando alcuni testimoni. Il processo è stato infine aggiornato all’inizio del prossimo anno.

RedCro

 







LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO Valsassina




I SONDAGGI DI VALSASSINANEWS

ECCESSI DI VELOCITÀ: GIUSTO MULTARE "A OCCHIO"?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...