BARZIO, DAL COMUNE AGGIORNAMENTI E POLEMICHE: “PER FAR LA FRITTATA BISOGNA ROMPERE LE UOVA”



BARZIO – Diffuso dall’ufficio stampa del Comune di Barzio il periodico aggiornamento su bandi, gare e opere pubbliche in divenire. “In queste settimane l’Amministrazione comunale di Barzio è impegnata su vari fronti – spiegano da Palazzo Manzoni – dalla gestione di bandi di gara all’organizzazione di nuovi lavori pubblici sul territorio, passando da bandi e nuovi affidamenti” tuttavia non manca il tempo per qualche frecciatina indirizzata a ignoti: “Accettiamo volentieri le critiche costruttive non quelle fatte a prescindere senza proposte, d’altronde si sa per fare la frittata bisogna rompere le uova… Quello che stiamo facendo può dar fastidio ad alcuni perché dimostra la nostra operosità e nel contempo l’inoperosità di altr”.

Ma ecco, in forma integrale, il comunicato stampa:

In queste settimane l’Amministrazione comunale di Barzio è impegnata su vari fronti, dalla gestione di bandi di gara all’organizzazione di nuovi lavori pubblici sul territorio, passando da bandi e nuovi affidamenti.

“Per quanto riguarda la partecipazione a bandi di enti superiori, il Comune di Barzio ha ottenuto finanziamenti, per un totale di 405mila euro, nell’ambito del bando CSE 2022 – informa il sindaco Giovanni Arrigoni Battaia – Abbiamo creduto sin da subito in questo bando e siamo stati il primo Comune in Provincia di Lecco a partecipare e ottenere i finanziamenti. Ora potremo realizzare interventi per il miglioramento delle prestazioni energetiche sull’edificio dell’ex municipio e al palazzetto dello sport, relativamente al relamping, nuovi serramenti e impianto fotovoltaico con accumulo. Inoltre prestiamo attenzione ai bandi per l’efficientamento energetico in vista della costituzione della Comunità energetica rinnovabile. Barzio avrà così già due impianti fotovoltaici con relativo accumulo, dei cinque necessari”.

Nello specifico per l’ex municipio verrà installato un impianto di 20 kWp, mentre per il palazzetto dello sport un impianto da 28 kWp, con i relativi accumuli. Sul fronte del risparmio energetico sono in procinto di terminare anche i lavori di sostituzione dei vecchi ed energivori lampioni su via Provinciale e altre vie, con un risparmio annuo stimato di circa 18mila kWh.

Guardando alle opere pubbliche, invece, il primo cittadino spiega: “Sono in affidamento i lavori per la realizzazione della Pump Track e sono partiti anche gli interventi per il parco giochi inclusivo di via Provinciale, vicino alla tendostruttura. L’intenzione è di dare il via ai lavori in aprile, con l’obiettivo di avere le strutture pronte a essere utilizzate per la nuova stagione estiva”.

È stata indetta la gara per l’affidamento del nuovo chiosco di Concenedo. La scadenza è fissata al 26 marzo, ma i lavori prenderanno il via dopo l’estate. La scelta è dovuta alla necessità di non privare la frazione del chiosco durante la bella stagione; cosa che accadrebbe se ci fossero i lavori in corso nei prossimi mesi. La prospettiva è di avviare l’intervento a fine stagione per avere la nuova struttura pronta in vista dell’inverno”.

L’aumento dei prezzi delle opere ha fatto sì che la gara (chiusa a gennaio) per l’affidamento dei lavori per il palazzetto polifunzionale in sostituzione della tendostruttura sia andata deserta. Questo comporterà un aggravio di costi dovuti al necessario aggiornamento dei prezzi unitari (tramite listino delle opere pubbliche di Regione Lombardia) e una nuova programmazione dell’intervento. Stiamo inoltre ampliando la videosorveglianza sul territorio comunale, con due videocamere alla rotonda di via Milano (già installate) e altre due al palazzetto comunale nell’ottica del contrasto e della prevenzione degli illeciti, e a maggior sicurezza di cittadini e villeggianti.

“Voglio precisare – aggiunge il sindaco – visto che ad alcuni cittadini non è ben chiaro, che i finanziamenti dei vari bandi hanno delle destinazioni ben specifiche che non possono in alcun modo essere modificati o dirottati verso altri progetti e/o lavorazioni, pena la perdita del finanziamento. Inoltre, a oggi, non ci risulta che vengano fatti bandi per lavori di manutenzione ordinaria, per questi lavori bisogna attingere dalle risorse comunali ordinarie e il prelevamento, da parte dello stato, del Fondo di Solidarietà comunale lascia ben poche risorse disponibili a tale scopo.

La scelta dell’Amministrazione è “un colpo al cerchio e uno alla botte”, nel senso che una parte delle risorse comunali vengono utilizzate per le manutenzioni e una parte per partecipare ai vari bandi che prevedono quasi sempre una compartecipazione al finanziamento. Ci stiamo impegnando al massimo per rispettare il detto, nato dall’esperienza e dalla saggezza popolare, che dice che i treni vanno presi quando passano; anche perché, parliamoci chiaro, di treni Barzio, in passato, ne ha fatti passare e persi abbastanza!”.

“Barzio ha bisogno ancora di molto, ne siamo consapevoli, la strada per portare Barzio ad essere ciò che merita è ancora lunga, ma noi abbiamo intrapreso il cammino e non ci fermeremo, siamo determinati, non sarà di certo qualche critica che ci farà desistere, anzi accettiamo volentieri le critiche costruttive non quelle fatte a prescindere senza proposte, d’altronde si sa per fare la frittata bisogna rompere le uova…. Quello che stiamo facendo può dar fastidio ad alcuni perché dimostra la nostra operosità e nel contempo l’inoperosità di altri….”.

 

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

LA VALLE ACCOGLIE AL "MEGLIO" TURISTI E VILLEGGIANTI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK