BARZIO REPLICA A MOGGIO-CASSINA-CREMENO: “NON AVETE MAI DISSENTITO SU POSSIBILI CONVENZIONI CON PASTURO”



Leggo, sugli organi di stampa locale, la nota congiunta a firma delle Amministrazioni Comunali di Cassina Valsassina, Cremeno e Moggio relativa “all’accordo tra Pasturo e Barzio” sulla gestione in forma associata delle funzioni fondamentali.

Premesso che non vi è alcun accordo tra il comune da me amministrato e quello di Pasturo, prendo atto e mi rammarico che, amministratori di comprovata esperienza non abbiano colto le importanti proposte e opportunità che, negli ultimi tempi, l’amministrazione comunale di Barzio ha avuto modo di esporre in vari modi e sedi che di seguito elenco:

  • In data 31 gennaio 2014, alle ore 10.00 presso la sala riunioni della Prefettura di Lecco, alla presenza dei Sindaci di Cassina Valsassina Cremeno e Moggio, del Segretario Comunale di Barzio e di Sua Eccellenza il Prefetto Antonia Bellomo, il sottoscritto indicava la via dell’allargamento a Pasturo delle convenzioni già in essere sull’altopiano.
  • In data 17 ottobre 2014, alle ore 17.40, presso la sala consigliare del comune di Cremeno, alla presenza dei Sindaci di Cassina Valsassina Cremeno e Moggio, il sottoscritto, durante la discussione riguardante le convenzioni tra i paesi dell’altopiano e il possibile sviluppo e convenzionamento di altre funzioni, ribadiva quanto detto in Prefettura riguardo al comune di Pasturo.
  • In data 11 novembre 2014, alle ore 17.00, presso la sala giunta del comune di Cassina, in un incontro informale alla presenza dei Sindaci di Cassina Valsassina e Cremeno, il sottoscritto informava della volontà del comune di Barzio di proseguire sul cammino delle convenzioni e non su quello di fusioni, unioni o altro.
  • In data 18 novembre 2014, alle ore 17.30, presso la sala giunta del comune di Cassina, a margine di un incontro avente ad oggetto l’ avanzamento degli adempimenti burocratici relativi alla voragine di Cremeno, alla presenza dei Sindaci di Cassina Valsassina, Cremeno e Moggio, il sottoscritto confermava quanto detto in data 11 novembre ai soli colleghi di Cassina Valsassina e Cremeno.
  • A seguito degli incontri e delle riunioni sopra indicate, in data 25 novembre 2014 con nota n. 6399 di protocollo, il sottoscritto inviava ai Sindaci dei comuni dell’altopiano, al Sindaco di Pasturo, al Segretario Comunale di Barzio e a Sua Eccellenza il Prefetto Antonia Bellomo, nota riguardante le tematiche delle convenzioni nella quale vi era scritto “Dovrà poi essere valutato l’allargamento dei confini territoriali” ………(omissis)……………… previo consenso dell’amministrazione comunale di Pasturo”
  • In data 27 novembre 2014, alle ore 18.00, presso la sala giunta del comune di Barzio, alla presenza dei Sindaci di Cremeno e Moggio, di un rappresentante del comune di Cassina, del Segretario Comunale e del sottoscritto con l’assessore al bilancio del comune di Barzio, in un incontro avente ad oggetto le convenzioni tra i paesi dell’altopiano, non veniva manifestato alcun dissenso alla nota del 25 novembre, dove tra l’altro si scriveva del coinvolgimento del comune di Pasturo nelle scelte dell’altopiano.
  • In data 10 dicembre 2014, giungeva nota del comune di Moggio a firma del Sindaco e indirizzata ai comune di Barzio, Cassina Valsassina e Cremeno avente ad oggetto la richiesta di un incontro urgente sulle tema delle gestioni associate.

      In tale nota non veniva manifestato alcun dissenso alla mia del 25 novembre, dove tra l’altro si scriveva del coinvolgimento del comune di Pasturo nelle scelte dell’altopiano.

  • In risposta alla lettera del 25 novembre, in data 17 dicembre 2014, giungeva nota del comune di Pasturo a firma del Sindaco e indirizzata ai comuni di Barzio, Cassina Valsassina, Cremeno e Moggio e a Sua Eccellenza il Prefetto Antonia Bellomo in cui si manifestava interesse al coinvolgimento del comune di Pasturo nelle scelte relative alle gestioni in forma associata dei servizi con i comuni dell’altopiano.
  • In data 22 gennaio 2015, alle ore 21.00, presso la sala consigliare del comune di Moggio, alla presenza di tre rappresentanti (compreso il Sindaco) del comune di Moggio, tre rappresentanti (compreso il Sindaco) del comune di Cassina Valsassina, il Sindaco del comune di Cremeno e il sottoscritto accompagnato dal vicesindaco Airoldi e dal consigliere comunale Viganò, si teneva la riunione richiesta dal comune di Moggio in data 10 dicembre 2014. In tale occasione veniva ribadito dal sottoscritto l’interesse del comune di Barzio nel coinvolgere il comune di Pasturo nelle scelte future dei comuni dell’altopiano.

Nessuno dei presenti manifestava forme di dissenso all’ennesima proposta del sottoscritto.

  • In data 23 marzo 2015 alle ore 17.00 presso la “sala Grigna” dello STER di Lecco si teneva una riunione convocata dalla Prefettura di Lecco, alla presenza di quattordici comuni (su quindici in totale) dell’ambito Valsassina, del dirigente delle STER di Lecco dott. Bertinotti, del rappresentante ANCI della Provincia di Lecco Ing. Marco Panzeri, di vari segretari comunali e della Prefettura di Lecco rappresentata dalla dott.ssa Rignanese nella quale il sottoscritto ribadiva, ancora una volta, quanto espresso nell’ultimo anno circa il coinvolgimento sull’altopiano del comune di Pasturo. (riportato anche sul verbale dell’incontro)

Come evidente da quanto sopra elencato tutto si è svolto con la massima trasparenza e senza alcun segreto, con atti regolari e in riunioni altrettanto regolari e ufficiali, con azioni semplici che hanno come unico obiettivo quello di garantire servizi efficienti alla cittadinanza. Il Comune di Pasturo, come ben evidenziato nella nota del Sindaco del 17 dicembre, ha manifestato, senza forzature, interesse e disponibilità a verificare con Barzio e gli altri Comuni, possibili convenzioni, qualora avesse deciso l’uscita dall’Unione.
Nessuna delle Amministrazioni ha mai esplicitato un dissenso o una chiusura a tale ipotesi.

Il percorso di unificazione delle funzioni, come previsto dalla normativa, è certamente faticoso; certo non lo agevolano chiusure difficilmente comprensibili. Altrettanto incomprensibile l’affermazione di un “passo indietro” se si dialogasse anche con Pasturo.
Se quanto inviato e pubblicato sulla stampa dalle amministrazioni comunali di Cassina Valsassina, Cremeno e Moggio può essere interpretato come la risposta alla mia del 25.11.2014 viene da pensare che, visti i tempi di reazione, le procedure per portare a termine le convenzioni e l’associazionismo si concluderanno tra qualche decina d’anni.
Preme infine sottolineare che il sottoscritto e l’amministrazione comunale di Barzio hanno sempre agito secondo principi ritenuti più utili e convenienti alle esigenze del territorio senza in alcun modo prevaricare e pensare di rappresentare altre amministrazioni o amministratori, forti del mandato ricevuto dai propri elettori, avendo come interesse prioritario Barzio e i Barziesi.

Cordiali saluti.

Il sindaco di Barzio
Andrea Ferrari

 

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

DOPO BELLANO-VENDROGNO: FUSIONI DEI COMUNI, CHE FARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

settembre: 2015
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930