PARCHEGGI “BLU” A MARGNO, ATTO III: OLTRE 5MILA EURO PER IL PARCHIMETRO



MARGNO – Una calcolatrice e un po’ di tempo per fare i conti ed ecco messa a nudo la prima verità oggettiva sui nuovi e contestati parcheggi a pagamento a Margno in prossimità della funivia in direzione Pian Delle Betulle. L’opportunità dell’introdurre una tariffa oraria, se pur a prezzi popolari, è soggettiva anche se la motivazioni fornite dalla giunta Malugani (“L’esigenza di garantire una rotazione del traffico veicolare in una zona di particolare rilevanza urbanistica interessata da un abbondante flusso turistico sia nella stagione estiva che invernale”) in realtà non sembrano aver convinto tutti. Sul tappeto e nel bilancio per intanto restano i costi sostenuti.
margno parcheggiUna serie di disposizioni su larga scala e che prevedono, tra l’altro l’introduzione della sosta con disco orario anche in altri parcheggi, ma che individua proprio nel “piazzale retrostante il cimitero con ingresso dalla Via Prealpi-Cesare Battisti” il punto di maggiore innovazione. Nella zona, come già anticipato, sono state dipinte le strisce blu e sono state individuate le tariffe – fino a 2 ore 1 euro, fino a 6 ore 2 euro e fino a 12 ore 2,50 euro – e indicati i periodi in cui la sosta a pagamento è in vigore: circa 150 giorni all’anno.
L’ultima tessera del mosaico è la pubblicazione del costo per l’acquisto del parchimetro, che è stato perfezionato attraverso una ditta di Vimercate che ha offerto un ribasso dell’1%. Per l’emissione dei ticket, esclusi quindi altri costi vivi quali ad esempio la realizzazione delle strisce blu, sono stati spesi 5.450 euro.

Ogni singola area di sosta produce circa 1800 ore di parcheggi o all’anno (150 giorni circa x 12 ore al giorno).

 Quindi ogni area di sosta – ammesso che venga utilizzata – può rendere al giorno da 2,50 euro (sosta continua di 12 ore del medesimo veicolo) a volendo anche 12 euro (12 veicoli per un’ora nella stessa area di sosta). Un prezzo medio di 4 euro al giorno potrebbe sembrare ragionevole, di conseguenza ogni parcheggio produce nelle migliore delle ipotesi 600 euro all’anno.
LINEE BLU MARGNO verticalI parcheggi destinati alla sosta a pagamento sono una trentina, quindi si potrebbe arrivare anche a 18 mila euro di monetine di incasso annuo.
Da un lato la matematica indica come sostenibile la spesa affrontata, dall’altro il parcheggio per lunghi periodi è inutilizzato – anche in quelli con “abbondante flusso turistico”. La logica della divisione ridimensiona così drasticamente gli introiti: parcheggio pieno al 100% 18mila euro; al 50% 9 mila euro; al 25% 4.500 euro.; al 10%… 1.800 euro.

Il Cubo di Rubik, o di Malugani se preferite, è così servito con un provvedimento in bilico tra una bell’occasione di entrata e una spesa per un parchimetro che potrebbe essere assorbita solo nel giro di 3-4 anni. Chi passa di lì una mezza risposta già ce l’ha.

R. P.

 




LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

dicembre: 2015
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

METEO Valsassina




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

FONDO DI SOLIDARIETÀ IMU, COSA NE PENSI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...