TUTTO SUL VOTO PER LE REGIONALIA BALLABIO SI ELEGGE ANCHE IL SINDACO



Gli orari sono i seguenti: domenica dalle 8:00 alle 22:00 (orario continuato) e ancora nella giornata di lunedì dalle 7 alle 15. Chiunque arrivi al seggio all’interno di questi orari ha diritto di votare, quindi anche se si dovesse formare una coda avrà la possibilità di esprimere la sua scelta. Chi invece si presenta in ritardo non potrà pretendere nulla. E’ utile sapere che statisticamente si verificano dei momenti morti, in cui l’affluenza cala fino a zero, nelle prime ore del pomeriggio di domenica e nella tarda mattinata del lunedì.

Se appartenete alla categoria di elettori che amano esprimere le preferenze per specifici candidati consiglieri ricordatevi che il meccanismo di voto per l’elezione del Comune (scheda colore azzurro) è diverso da quello della Regione (scheda colore verde).

Ecco cosa tenere in conto per non rischiare di sbagliare; nel sito del Ministero dell’Interno (vedi qui) si legge:

ELEZIONI REGIONALI (SCHEDA VERDE clicca qui per vedere il fac-simile)

L’elettore può:

  • votare per una delle liste provinciali, tracciando un segno nel relativo rettangolo. Il voto così espresso s’intende attribuito anche a favore della lista regionale collegata;
  • esprimere un voto disgiunto, cioè tracciare un segno nel rettangolo recante una delle liste provinciali ed un altro segno sul simbolo di una lista regionale, non collegata alla lista provinciale prescelta, o sul nome del suo capolista. In tal caso il voto è validamente espresso per la lista provinciale e per la lista regionale prescelte anche se non collegate fra di loro;
  • esprimere un unico voto per una delle liste regionali e per il suo capolista tracciando un segno sul simbolo di una lista regionale o sul nome del capolista, senza segnare nel contempo, alcun contrassegno di lista provinciale. In tal caso s’intende validamente votata la lista regionale ed il suo capolista, mentre è esclusa ogni attribuzione di voto alla lista o alle liste provinciali collegate.

                                                                                                    °°°°°°°°


In ogni caso, l’elettore può esprimere un solo voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere compreso nella lista provinciale prescelta, scrivendone nell’apposita riga tracciata sulla destra del contrassegno il nominativo (solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome e, ove occorra, data e luogo di nascita).

Tradotto Questa scheda ne riassume due: è come se avessimo sotto il naso una per votare il governatore e la lista regionale ad egli collegata e un’altra per la lista provinciale che vogliamo mandare in consiglio regionale. Per risparmiare carta da sempre le hanno accorpate. Così oltre a scegliere un governatore e la lista a lui collegata è ammesso il cosiddetto ‘voto disgiunto’. Come dire che se mi va di votare il governatore ‘fucsia’ nulla m’impedisce di votare pure la lista provinciale ‘grigia a pallini’ anche se non fa parte di quelle che appoggiano il governatore ‘fucsia’. Ossia è possibile mettere il segno su una lista provinciale opposta a quella regionale del candidato governatore a cui stiamo dando il nostro voto.
Nel testo sopra si parla di lista ‘provinciale’ perché ogni provincia (geograficamente parlando) ha le proprie liste. Pertanto la Provincia di Lecco in quanto ente non c’entra nulla.
Nelle schede per le regionali non va scritto di proprio pugno alcun cognome di candidato consigliere. Si sceglie solo tra ciò che è già stampato. Nella scheda verde, quindi, si possono mettere croci e nient’altro.

——————————————————————————-

Elettori distratti, siete salvi: se avete perso la tessera elettorale potete chiederne il duplicato.
Sul sito del Ministero dicono:
Per poter esercitare il diritto di voto presso gli uffici elettorali di sezione nelle cui liste risultano iscritti, dovranno esibire, oltre ad un documento di riconoscimento, la tessera elettorale personale a carattere permanente.
Chi avesse smarrito la propria tessera personale, potrà chiederne il duplicato agli uffici comunali che, a tal fine, saranno aperti da martedì 23 a sabato 27 marzo, dalle ore 9.00 alle ore 19.00, mentre domenica 28 e lunedì 29 marzo, giorni della votazione, per tutta la durata delle operazioni di voto.

 
 

 

 




MARGNO, IL VICINO: “POTEVO SALVARLI”

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

NAMELESS VIA DALLA VALSASSINA, CHI HA RAGIONE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

marzo: 2010
L M M G V S D
« Feb   Apr »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031