Tradizionale rito purificatore della lavanda dei piedi



Tradizionale rito della lavanda dei piedi oggi anche in Valsassina durante la liturgia del Giovedì santo, nella messa in Coena Domini dove don Marco Galli ha lavato, asciugato i piedi di un gruppo dei bambini della prima comunione del secondo anno del catechismo unitario della Comunità pastorale Madonna della neve.

Il rito quest’anno ha assunto dei significati fortemente purificatori dopo lo scandalo dei preti pedofili che ha molto scosso la chiesa.

La chiesa vede nel gesto della lavanda dei piedi un simbolo dell’amore di Dio per gli uomini. Il gesto riassume tutta la vita di Gesù, il quale "non è venuto per essere servito, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti" (Mc 10,45).

Il gesto che compie Gesù non è dunque da intendersi come un rituale di purificazione sullo stile di quelli giudaici, ma viene visto come il simbolo della purificazione che attuerà per tutti gli uomini con la sua passione, morte e risurrezione, gesto estremo di amore per noi.

Lavarsi i piedi gli uni gli altri significa per i cristiani fare memoria dell’amore che Gesù ha avuto per i suoi discepoli.

La chiesa Cattolica rivive il gesto della lavanda dei piedi durante la liturgia del Giovedì santo, nella messa in Coena Domini

[f onte Wikipedia ]


 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MALTEMPO: FA ANCORA PAURA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

aprile: 2010
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930