L’ufficio turistico IAT resta a Barziorinviato il trasferimento



L’obiettivo è la creazione di un doppio sportello turistico: quello tradizionale di Barzio che verrebbe gestito prevalentemente da un consorzio pubblico-privato tra Comuni dell’Altopiano e imprenditori turistici e quello provinciale spostato nella sede della Comunità Montana.

Per il momento tutto resta invariato, lo IAT, l’Ufficio di Informazione e Accoglienza Turistica continua ad avere sede a Barzio, nella storica vetrina di piazza Garibaldi, dove aprì i battenti nel 1958.

Ricordiamo come, la vicenda prese avvio lo scorso febbraio, quando la Provincia annunciò di voler chiudere il punto informativo esistente per portarlo alla Fornace nell’edificio della CM, che per la sua vicinanza con la strada provinciale 42 era ritenuto in una posizione più centrale rispetto alla Valle. Ci fu, allora, una pronta levata di scudi da parte barziese.

Dal dibattito è nata la proposta di mantenere l’apertura del vecchio sportello, che si trova in una zona ad alta densità turistica, attraverso la partecipazione alle spese anche di privati e degli altri Comuni dell’Altopiano. Se tutto fosse andato come previsto la soluzione sarebbe diventata operativa già dal prossimo primo giugno. Quindi per il momento di Iat in valle ce n’è uno ed è quello di Barzio.

Ma qualcosa si sta muovendo. Nei giorni scorsi l’assessore provinciale al turismo Fabio Dadati ha incontrato nella sede della Comunità Montana Valsassina alcuni degli attori interessati al progetto: c’erano Pietro Francesco Canale dirigente del settore Turismo della Provincia, Alberto Denti presidente della Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val D’Esino e Riviera, il dirigente Giacomo Camozzini, il sindaco di Moggio Graziano Combi,  l’assessore di Cremeno Rita Farina,  il consigliere del Comune di Barzio Matteo Alborghetti e il presidente dei Commercianti della Valsassina Egidio Magni.

In quest’occasione la Provincia ha potuto registrare alcune risposte positive: "Il rappresentante dei Commercianti Egidio Magni si è dimostrato entusiasta di questo progetto, manifestando la volontà di convocare immediatamente i propri iscritti. Massimo Fossati, amministratore delegato di Imprese Turistiche Barziesi, ha espresso il suo totale appoggio alla proposta avanzata, garantendo la copertura di parte dei costi dell’operazione e fungendo quindi da apripista per l’adesione di altri operatori della Valle" ci dice il comunicato stampa della Provincia.

L’assessore Dadati da parte sua afferma di essere: "Molto soddisfatto dell’esito dell’incontro poiché pone le basi per una fattiva ed efficace collaborazione nella gestione dell’attività di informazione e accoglienza turistica in tutta la Valsassina. Sono fermamente convinto che gli operatori debbano farsi parte attiva della promozione del territorio e in quest’ottica intendo portare avanti i miei interventi, coinvolgendoli e supportandoli laddove necessario per raggiungere obiettivi comuni e condivisi. Tanto più che per alcune attività l’Ente pubblico incontra maggiori difficoltà che possono essere facilmente superate dall’operatore privato; mi riferisco alla realizzazione di pacchetti turistici, alle attività di prenotazione e di vendita di materiale promozionale”.

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COMUNITÀ MONTANA, COSA T'ASPETTI DAI NUOVI VERTICI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

maggio: 2010
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31