IMPARARE LA NATURA GIOCANDO: A SPASSO TRA I FIORI E GLI ALBERI DEL PARCO



Una settimana al parco, senza paura di annoiarsi, gambe in spalla e il territorio di Esino ai piedi della Grigna come terreno esplorativo per sapersi muovere nella natura da esperti. Bando alle barbose spiegazioni, tutto si incamera con il gioco e con l’esperienza diretta. Il programma è stato messo a punto dalla naturalista Tecla, prevede una notte in alpeggio e la conoscenza diretta con i cibi della tradizione della Valle.

Tre giornate sono già volate via, cento i partecipnti alla seconda edizione dell’itinerario settimanale. Chi desidera ha ancora modo di aggregarsi per le ultime tre giornate.
Ecco il calendario:

Giovedi 1° agosto: Cainallo
DOVE VADO.. NORD SUD OVEST EST?
Ritrovo: h. 9.00 sede del Parco di Esino Lario – Villa Clotilde
Breve introduzione sugli elementi di cartografia e sull’??orientamento all’Oratorio di Esino. Prove di orientamento con l’utilizzo della bussola e della mappa del Parco su un percorso guidato (mulattiera Esino-Cainallo) per raggiungere la meta prefissata (Cainallo) dove avrà luogo un’??escursione a cavallo (battesimo della sella). Pranzo al sacco o presso il Rifugio Cainallo. Giochi.

Venerdi 2 e sabato 3 agosto: Alpe di Esino – Alpe di Lierna – Ortanella
??UNA NOTTE IN ALPEGGIO.. TRA REALTA ?? MITO E LEGGENDA!!
Ritrovo: h. 14.00 sede del Parco di Esino Lario – Villa Clotilde
Breve introduzione sulla vita rurale di tempi passati presso il Museo delle Grigne all’??interno del quale possono essere visionati gli oggetti di vita quotidiana legati alla coltivazione del terreno, al ciclo di lavorazione della canapa e all’utilizzo della lana. Analisi della peculiare riproduzione del "casello", ivi esposto, utilizzato dai contadini per la monticazione del bestiame sugli alpeggi. Nei caselli, per tutto il periodo estivo, si svolgevano la lavorazione del latte e le attività  di ogni giorno. Percorso guidato, pranzo al sacco, cena e pernottamento all’??Alpe di Esino. Nella mattinata di sabato trasferimento all’Alpe di Lierna dove si potranno osservare sul campo le varie fasi di lavorazione lattiero – casearia. Pranzo in alpeggio con eventuale degustazione del prodotto realizzato.

In precedenza, lunedì scorso i ragazzi avevano seminato piante aromatiche e realizzato di un erbario, se non ci fosse stata la pioggia era possibile riconoscere le piante durante una passeggiata con l’aiuto di quiz. Martedì tutti sul lago a Varenna, visitato il vecchio borgo il gruppo è andato all’assalto del castello di Vezio, con un salto emozionante nel passato osservando i calchi di lariosauro ivi esposti e poi visitando i sotterranei costruiti durante la prima guerra mondiale e facenti parte della linea difensiva Cadorna. Il Castello di Vezio e’ un centro di allevamento ed addestramento rapaci, un ottimo modo per conoscerne i trucchi della caccia e la metodologia di addestramento di questi uccelli.

Oggi mercoledì, infine, giornata sulla mulattiera Esino-Narele-Agueglio alla ricerca delle tracce di presenza degli animali (nidi, tane, impronte, escrementi ecc.). Realizzazione una mangiatoia per uccellini da fissare ad un ramo, a un balcone o su un davanzale (birdgardening) e di impronte animali (in gesso). Giochi e quiz sulla fauna.

Chi avesse voglia di aggregarsi può telefonare al 338-6722274, la singola uscita costa 7 euro ai ragazzi e 10 all’adulto.

– Nella giornata di giovedì, possibilita di pranzare presso il Rifugio Cainallo? (1 primo o 1 secondo + dolce + bibita a 6,00 euro)
– Per il pernottamento portare sacco a pelo e vestiti di ricambio
– E’ indispensabile avere sempre un abbigliamento da montagna: scarponcini e zaino comodo dove riporre mantella, felpa, borraccia, cappellino, crema solare e il pranzo al sacco.

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MALTEMPO: FA ANCORA PAURA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO