AI PIANI DI BOBBIO IL PRIMO ”TELEMARK DAY”



Che cos’è il Telemark? Si tratta della più antica tecnica sciistica conosciuta e codificata, inventata da Sondre Norheim, uno sciatore proveniente dalla contea norvegese di Telemark, a metà dell’Ottocento. Nel Telemark solo la punta del piede (avampiede) è collegata – mediante un apposito attacco – allo sci che gli permette di sollevare il tallone e di assumere quindi la caratteristica posizione "inginocchiata"…  Per curvare lo sciatore deve spingere in avanti la gamba esterna e piegare il ginocchio della gamba opposta, quasi “inginocchiandosi” sullo sci. Per iniziare sono necessari pendii piuttosto larghi e dalla pendenza lieve, per questo le piste dei Piani di Bobbio sono adatte a chiunque voglia prendere confidenza.

Gli sci specifici per telemark sono più leggeri e flessibili di quelli comunemente usati, anche se in teoria possono essere usati sci identici a quelli usati nello sci alpino. Gli scarponi, oltre che in flessibilità e leggerezza, differiscono da quelli utilizzati nello sci alpino principalmente nella punta, “a becco d’anatra”, che costituisce l’unico punto di attacco dello scarpone con lo sci e per la presenza di un soffietto, in materiale morbido, che permette la flessione dell’avampiede. Anche gli attacchi, ovviamente, riguardano solo la punta dello scarpone.

Tutti entusiasti e incuriositi i partecipanti alla giornata (quasi una ventina), che ha unito tutte le discipline invernali, dal fondista allo snowboarder, dallo sci alpinista al discesista. Il programma prevedeva il ritrovo al mattino presso il rifugio "Ratti Cassin" per una breve introduzione teorica e la distribuzione  dell’attrezzatura specifica da Telemark, tre ore di lezione sci ai piedi e per finire pranzo in compagnia al Rif. CAI Lecco.

Questo primo evento organizzato in Valsassina da WHYNOT SCHOOL, è stato tenuto dallo stesso presidente dell’ASD, nonché Maestro F.I.S.I. Di Snowboard, specializzato in Telemark, Paolo Gianola, premanese di 30 anni.

Possiamo vivere il magico mondo bianco in molti modi, sciando in magnifici comprensori con piste battute, addentraci in un bosco e vagare in mezzo alla natura con leggeri sci, affrontare dislivelli immacolati per poi ridiscenderli immersi nella bianca polvere. Per fare tutto ciò, ci sarebbe bisogno di uno sci da discesa, da fondo e da alpinismo; tre diverse tecniche, che con il telemark si possono fare sempre senza cambiare attrezzo.

Appuntamento all’anno prossimo ai Piani di Bobbio  per la Seconda Giornata Stallonata! …WHY NOT?
–    le foto dell’evento su: facebook.com/WHYNOTSCHOOL oppure plus.google.com/+WHYNOTSCHOOL
–    per avere informazioni 3404724965




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

PONTE DELLA VITTORIA, COSA SI DEVE FARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO