COMITATO PREMANA: ”DA TEMPO SI SAPEVA, MALESSERE DELLA POPOLAZIONE IGNORATO”



"Possiamo capire l’amarezza espressa dal Sig. De Petri, amministratore di ENERVALT, per i fatti accaduti in questi giorni – esordisce il Comitato di Premana -, possiamo garantire comunque a De Petri che la popolazione premanese, rappresentata dal comitato ormai da anni, è molto più amareggiata in quanto ben sette domande di captazione gravano sulle tre valli di Premana per un totale di 14Km di torrenti prosciugati".

"Da anni – prosegue la nota – il Comitato “Salviamo i nostri Torrenti” si batte in maniera pacifica, in collaborazione con Legambiente e al fianco della popolazione, per porre un freno a questa invasione di richieste di captazione che stanno depredando il territorio di Premana; già più di tre anni fa il comiatato ha intrapreso una raccolta di firme depositate poi in Provincia ed in Regione dove quasi 1000 premanesi hanno espresso la loro contrarietà alle centrali idroelettriche. Da tempo in paese si sapeva quindi della volontà popolare di preservare i torrenti al di là di millantate compensazioni o benefici".

"In merito a quanto dichiarato da De Petri sul Valsassinanews è bene ricordare che l’imprenditore sta portando avanti un’opera, sicuramente nel rispetto della legge, un’opera che frutterà allo stesso milioni di euro e che andrà a devastare un altro tratto del torrente Varrone già martoriato da altre opere di derivazioni. Non risulta infatti dal progetto che le opere di presa in località Forni e la centrale vera e propria presso il Pignaduur siano interrate quindi invisibili; l’unica cosa veramente invisibile agli occhi dei premanesi, alla fine dei lavori, sarà l’acqua che scorrerà all’interno di un tubo.

CENTRALI A PREMANA, IL ''FONTANOON'' <BR>(PER ORA) SALVO, DUBBI SULLA VALMARCIA La famosa opera di compensazione, della quale Parla De Petri nell’articolo, è il prolungamento della strada Agro Silvo Pastorale in località Pian d’Alben; quest’opera che non ha alcuna utilità per il popolo di Premana, è invece stata concordata da De Petri con l’amministrazione comunale per permettere all’imprenditore stesso il trasporto dei macchinari e del materiale presso il cantiere. Nel consiglio comunale di settembre sindaco ed assessore avevano detto di aver concordato questo prolungamento per consentire la realizzazione dell’opera altrimenti sostanzialmente impossibile o comunque molto più onerosa per la ditta".

"Quanto accaduto – conclude ‘Salviamo i nostri torrenti‘ – è solo un segnale del forte malessere sociale che il comitato segnala da tempo e che l’amministrazione comunale e gli enti preposti non hanno voluto considerare mantenendo un atteggiamento favorevole a questo scempio legalizzato".

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

IN ARRIVO INVERNO E NEVE

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

aprile: 2014
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930