BALLABIO, LUCI ACCESE AL ”VENTAGLIO”. MA NON UN’ANIMA VIVA ALL’INTERNO



PUNTATA 1/LA LETTERA – Gentile direttore, con la presente vorrei render noto a tutta la cittadinanza di Ballabio una vicenda al limite dell’indecente, soprattutto in questi anni di crisi economica e tagli alle risorse degli enti locali. Dopo una giornata di lavoro, attorno alle 20.30 di questa sera stavo rientrando a casa – a Pasturo – quando, superata la rotonda della nuova Lecco Ballabio, qualcosa attirò il mio sguardo ben prima dell’acceccante schermo pubblicitario piazzato tra il parco giochi di Ballabio e la Provinciale.

Ebbene, si trattava di quello scatolone arrugginito che chiamano "Il Ventaglio". Il palazzetto era completamente illuminato, e la cosa, visto anche l’orario e la completa assenza di auto nel piccolo parcheggio annesso, mi ha incuriosito. Ho quindi svoltato, parcheggiato l’auto sulla striscia centrale di asfalto, l’unica zona buona per non mettere i piedi a mollo scendendo, e mi sono avvicinato all’ingresso.

Ci sarà qualche riunione, mi sono detto. O qualche lavoro di manutenzione e pulizia. Entrambe le porte della facciata principale però erano chiuse. E all’interno non vidi proprio nessuno. Eppure tutte le luci erano accese, sia quelle del salone dove la domenica si svolge il mercato, sia quelle del piccolo anfiteatro sul retro. Tra l’altro la porta dell’anfiteatro era aperta e all’interno si vedevano le sedie, ma nessun movimento.

Se è per un gesto spontaneo che mi sono fermato a curiosare, è invece con una certa dose di indignazione che ho deciso di rimanere qualche minuto in attesa. Ovviamente in auto, al riparo dalla pioggia che in quel momento non si risparmiava.

Ho atteso sino alle 21.15, in pratica tre quarti d’ora abbondanti, nella speranza di veder arrivare qualcuno che potesse giustificare l’illuminazione della struttura. Poi in tutta franchezza ho preferito rimetteremi sui miei passi, con la certezza che il suo giornale avrebbe gentilmente dato spazio al mio disappunto.

Si parla sempre di comuni senza soldi, e poi succede che una cattedrale come "Il Ventaglio" resti illuminata senza motivo. E non parzialmente, il che potrebbe anche essere un metodo deterrente per vandali e malintenzionati, ma illuminata proprio come se dovesse ospitare un evento.

Ringraziando per lo spazio che mi concederà, porgo cordiali saluti

Lettera Firmata

Nota
Al momento risulta a questa redazione che la sala pubblica all’interno del "centro polifunzionale" fosse stata prenotata da una ex lista elettorale (quella del sindaco dimissionario di Ballabio Pontiggia) che in modo del tutto originale avrebbe dovuto tenere una iniziativa "elettorale" pur non partecipando al voto del 31 maggio.
A quanto ci consta – ma i fatti verranno verificati sabato mattina – il surreale "non comizio" non si è tenuto. Ma la bolletta elettrica è tutt’altro che virtuale e rimane a carico di un ente pubblico, dunque della cittadinanza.

 

 

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

DOPO BELLANO-VENDROGNO: FUSIONI DEI COMUNI, CHE FARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO