PREMANA, NELLA “HIGHLANDER” DEI CAMPIONI VINCE LA SOLIDARIETÀ



PREMANA – Doveva essere una serata di raccolta fondi per la ricerca sull’atassia da motazione genetica della neurofascina ma voleva anche essere una serata di festa, e cosi è stato.

La serata è stata inaugurata da un breve ma violento temporale che però non ha rovinato l’evento ai molti ragazzi del gruppo “La Cordata” ed i suoi volontari, ai ragazzini, ai premanesi tutti ed ai tanti amici che sono venuti da fuori per far sì che questa serata di raccolta fondi, portasse al risultato sperato, perché si è andati ben oltre le più rosee previsioni.

Già dal pomeriggio è cominciata la “gara” delle mamme: tutte a portare un dolce, una torta o qualsiasi altra delizia potesse servire ad allestire il ricchissimo buffet. Moltissimi volontari hanno montato tutto il necessario per un momento di convivialità e di festa e, perché no, anche per bere un bicchiere in compagnia. Solo una piccola pausa durante il temporale, come una benedizione dal cielo, e poi la serata è iniziata.

Alle 20 è partita la camminata solidale. Il gruppo “La Cordata” con i ragazzi disabili, alcuni in carrozzina, top runners, famiglie intere. Tutti hanno percorso questo simbolico viaggio nei vicoli del paese, con le relative fatiche e difficoltà, in un grande clima gioioso e festante.

Poi alle 20.45 la “Highlander“: un’espressione magnifica della corsa su strada. Un giro di 400 metri, tutto d’un fiato, con l’ultimo a tagliare il traguardo fuori dai giochi. Prima dell’inizio della corsa, la passerella degli atleti, ognuno accompagnato dai ragazzi e le ragazze del gruppo “La Cordata”, perché loro ieri erano i protagonisti.

Tantissimi i campioni presenti. I gemelli Martin e Bernard Dematteis, Marco De Gasperi, Francesco Puppi, Xavier Chevrier, Alex Baldaccini. Il campione della seconda generazione Davide Raineri, il fortissimo Mattia Padovani. La rappresentativa keniana degli amici di Run2gether. Ma anche il lecchesi Paolo Bonanomi, Lorenzo Beltrami e Daniel Antonioli. Per finire con i beniamini di casa: Gigi Gianola, Mattia Gianola e Manuel Tagliaferri, che hanno faticato, hanno corso a tutta, hanno scherzato e divertito il pubblico fino alla finale. Il tutto sotto la regia al parterre del CT della nazionale italiana di corsa in montagna Paolo Germanetto, che tanto ha fatto per questa gara.
Alla fine dalla gara, Padovani ha dimostrato la sua classe cristallina su strada, vincendo un trofeo molto particolare: è infatti il frutto della vittoria dell’atleta Ugandese Kiplimo al cross di Burgos, il cross più famoso al mondo. Il trofeo è stato donato dai benefattori del Lions Club Valsassina, che hanno sostenuto questa causa.

Quindi la serata è stata conclusa da un’asta di beneficenza. Anche qui la generosità del pubblico è stata spaventosa, arrivando a cifre importanti, per concludere il tutto con un risultato incredibile.

E allora speriamo che questi proventi, di alcune decine di migliaia di euro, possano essere utili a permettere che la ricerca e lo studio di questa rarissima malattia che colpisce Gloria e Samuel, l’atassia da mutazione genetica della neurofascina, possa trovare risultati soddisfacenti. Per il bene dei due amici ma soprattutto perché si trovi un sostegno a questa sconosciuta e gravissima malattia.
Chissà che lo studio al Policlinico di Milano possa trovare un confronto in qualche altra parte del mondo che riesca davvero ad aiutare questi giovani.
Un grande risultato, una serata che ancora una volta ha dimostrato il grande animo della gente di Premana.

Ricordiamo che si può continuare a donare sul conto corrente segnalato sotto.

Per donazioni:
IBAN: IT47F0851551710000000000677
Intestatario: Coro Nives Premana
Causale: Ricerca Gloria e Samuel

 

Tags: , , ,




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

DOPO BELLANO-VENDROGNO: FUSIONI DEI COMUNI, CHE FARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO