DON GABRIELE COMMENTA IL VANGELO DELLA QUARTA DOMENICA DOPO PASQUA



Anche il Vangelo di questa domenica sembra tanto alto da apparire lontano dalla concretezza della nostra vita. Eppure, perché non ci pensiamo, ma esso ci conduce al cuore della nostra stessa vita. E questa è la prima cosa che ci ricorda il Vangelo di oggi: siamo nel cuore di Dio! Dice Gesù: “Come il Padre ha amato me, così io ho amato voi”; quel “come” non esprime tanto un paragone fra l’amore del Padre per Gesù e quello di Gesù per noi; ci ricorda piuttosto che nel cuore di Dio il sentimento più profondo, che accoglie tutto e tutti, è l’amore.

Dio non ci ama per nessuno dei nostri meriti, ma solo perché siamo nel suo cuore, e Lui è amore.

Per comprenderlo ci può aiutare pensare a quelle immagini di mamme con bambini affetti da malattie rare: quali difficoltà per quei bambini! Ma la cosa più importante è che sono nel cuore delle loro mamme!

“Rimanete nel mio amore”: Gesù ci invita ad avere sempre memoria che siamo presenti nel suo amore.

Ben prima di essere un precetto, il saperci nell’amore di Gesù e del Padre per noi è il dono più grande che possiamo ricevere.

E’ questa consapevolezza che ci dà la motivazione, la forza e la gioia di vivere anche noi la nostra vita amando, qualunque sia la nostra condizione.

E perché questo pensiero non sia sentimentalismo, Gesù prosegue dicendo: “Se osserverete i miei comandamenti rimarrete nel mio, come io ho osservato i comandamenti dei Padre mio e rimango nel suo amore”.

La parola “comandamenti” può essere fuorviante per noi perché potrebbe darci l’idea di qualcosa di imposto, mentre è dal rimanere nell’amore di Gesù per noi che nasce il bisogno di essere nella sua volontà, come Lui è stato nella volontà del Padre suo.

Abbiamo bisogno di fermarci davanti al tabernacolo perché è lì che ci sentiamo amati da Gesù, ma se quella nostra preghiera è vera non può non esprimersi in un desiderio sincero di bene verso tutti: “Questo vi comando, che vi amiate gli uni gli altri”.

Ed infine Gesù ci promette la sua gioia: “Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena”.

Siamo sempre tentati di cercare la gioia nelle cose esteriori; abbiamo certo bisogno un po’ anche di quelle.

Ma la vera gioia nasce nel cuore, quando ci sentiamo vera-mente amati e detta a noi personalmente qualcuna delle sue parole.


Don Gabriele

Vicario parrocchiale

 

 

 

 





VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

SICCITÀ: COME TI COMPORTERAI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO