I ricordi della sfortunata educatriceParole e immagini dopo la tragedia



La prima considerazione è tutta nostra: la morte è cieca, ma il destino è peggio. Morire a 32 anni, con un figlio che ancora non ha compiuto due anni non è un’ingiustizia, è di più. Noi non conoscevamo direttamente Valentina, l’abbiamo scoperta oggi parlando con chi l’aveva come collega e amica. Gente che ha pianto e sta piangendo e urlando contro il destino, contro ciò che ha portato via questa giovane educatrice a poco più di trent’anni.

Andreina Magni, coordinatrice della Cooperativa "Le Grigne" e amica di Valentina la ricorda come una persona "Molto preparata e di seria professionalità". Ne parla al presente Andreina, come se la collega e amica fosse in procinto di andare al suo armadietto personale nella sede della cooperativo che è rimasto con la porta semi aperta, intoccato, in attesa della mano di Valentina a prendere le sue cose. Una lato artistico spiccato che trasmetteva ai ragazzi sia nel disegno che nelle attività di recitazione, aveva sempre battute pronte particolarmente efficaci e una vena di umorismo anche di autoironia. Nata a Varazze in Liguria, aveva scelto di studiare a Milano Bicocca, così poteva risiedere a Cortenova, dove aveva origine il ramo materno della sua famiglia e dove ancora abita la nonna.

"Oltre che un’amica" continua la Magni "è una persona con la quale era bello confrontarsi. Particolarmente adatta a questo non facile lavoro, perché dolce ma ferma e per questo tutti i ragazzi che seguiva qui le volevano un bene dell’anima. Si è laureata a Milano con una tesi per la quale ha scelto proprio la nostra cooperativa; un grande lavoro nella materia di specializzazione ovvero l’analisi dei disegni dei più gravi disabili mentali".

Come la Magni tutti i colleghi parlano di Valentina Lupi al presente. Lei non è morta, la sua presenza alle "Grigne" è fortissima, immanente. Il segno del suo passaggio, quei ritratti buffi eppure centratissimi dei colleghi e degli ospiti (vedi foto in basso) sono una testimonianza indelebile di un percorso purtroppo brevissimo ma intenso e incancellabile.

Il suo volto aperto, incorniciato da trecce esili che ne allargano il sorriso, spicca sul desktop del computer di Alessandro, ragazzo assistito alle "Grigne" proprio da Valentina. Che da tre anni era volontaria al Soccorso Centro Valsassina. Così la ricorda un affanto Franco Selva: "Era con noi dal 2007. Faceva il servizio per i dializzati, una grande persona, Purtroppo è la prima volontaria donna che ci lascia nella lunga storia della nostra associazione. Pochi minuti dopo il malore proprio il Soccorso è arrivato sul posto, quindi è arrivata un’automedica da Lecco. Disgraziatamente non c’è stato niente da fare".

Qui sotto: l’autoritratto disegnato dalla stessa Valentina Lupi, che aveva ritratto tutti i colleghi e i ragazzi delle "Grigne" (vedi foto in basso) e l’esterno dell’asilo nido di via San Rocco, a Primaluna, dove giovedì mattina è avvenuta la tragedia. Altri ricordi sotto le immagini.

  

  

 
Anche Luigi Selva sindaco di Cortenova (dove aveva vissuto a lungo) ricorda l’educatrice:"Siamo parenti, la nonna di Valentina è mia cugina di primo grado. Non ci sono parole per cose come questa, la conoscevo benissimo, l’ho vista crescere perché ha vissuto tanto a Cortenova".

La nostra collaboratrice Valentina Laurenti conosceva la sua omonima. "Avevamo in comune la passione per i gatti. La vedevo spesso, si ritagliava sempre un po’ di tempo per i suoi amati gatti, li adorava! Era una ragazza dolce ed amava il suo lavoro, ci metteva passione! Non riesco ancora a credere che le sia capitata una cosa così tremenda, è davvero un giorno triste".

Nella pagina di Valsassinanews su Facebook i commenti sono improntati allo sgomento: Laura scrive "o mamma mia……………………… che tristezza infinita :(((, per Valentina e una seconda Laura non ci sono parole..:-(((( e Maurizio annota amaramente "Queste cose lasciano sbigottiti, ma come si fa ad accettare una disgrazia ed un’ingiustizia così grande?? Piccola grande donna, la ricordo quando andava quotidianamente ad accudire i suoi 2 cani e gli innumerevoli gatti e gattini in quella stalletta a cortenova". Gli fa eco Chiara: "anche io la ricordo così..è un’immagine che la rappresenta davvero…che riposi in pace…". Barbara dice solo "ciao Vale….." e Moira commenta "…….sconvolgente davvero………". E ancora Lìu Liù: "sei stata un esempio per tutti, ti vogliamo bene".

 

Testi e immagini copyright Esseti Media – Valsassinanews 2010
Riproduzione riservata

 

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COMUNITÀ MONTANA, COSA T'ASPETTI DAI NUOVI VERTICI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

maggio: 2010
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31