Gemellaggio: valida opportunita’ per abbattere finte barriere di confine



Ci scrive la signora Tantardini di Vimogno, confessando da un lato la sua iniziale timidezza, dall’altro dimostrando il grande entusiasmo suscitato dall’aver partecipato ad un’iniziativa inattesa e ricca di significati. "Conoscere gente nuova che arriva da un altro paese ha costituito un’esperienza forte e preziosa che lascerà un segno profondo nella mia esistenza".

Il testo della e-mail inviataci a info@valsassinanews.com.
 







Quest’anno, per la prima volta, ho aderito all’iniziativa del gemellaggio con la cittadina francese La Roche Vineuse. Inizialmente l’idea di ospitare persone sconosciute mi spaventava parecchio. Sono timida di natura e il pensiero di avere accanto una nuova famiglia mi ha creato una forte agitazione. La lingua non costituiva certo un punto a mio favore, visto che ho studiato francese alle scuole superiori, ma da allora le occasioni per poterlo parlare sono state davvero poche.

Ho mantenuto i nervi saldi, anche se a dire la verità, quando ero a Cortenova ad attendere il loro arrivo il cuore batteva forte e l’emozione registrava picchi altissimi. Sono bastate brevi e piccole frasi di benvenuto per tranquillizzare la situazione e far tornare la calma. Conoscere gente nuova che arriva da un altro paese ha costituito un’esperienza forte e preziosa che lascerà un segno profondo nella mia esistenza.

E’ stato da subito facile entrare in sintonia con la coppia che mi era stata assegnata. Due persone davvero splendide che durante i quattro giorni passati in loro compagnia hanno saputo farmi sorridere e divertire, facendomi addirittura dimenticare quell’ostinata timidezza che solitamente mi accompagna. Lo scambio nato fra noi non è stato solo a livello culturale, ma anche personale. Sembra assurdo quanto ci si può affezionare a persone che nemmeno si conoscono, appare incredibile riuscire a sgomberare la testa ed il cuore da stupidi ed ipocriti pregiudizi e lasciare che sia unicamente la nostra anima ed il nostro sentimento a tenere nelle mani le redini del gioco.

Vivere questa avventura mi ha permesso di crescere, di sperimentare, di trovare nuove forme di dialogo ed unione. Attraverso il loro incontro ho potuto conoscere, anche se a piccole dosi, usi e tradizioni della loro affascinante regione, ma soprattutto ho imparato ad apprezzare la straordinaria bellezza del nostro territorio. Guardare la nostra valle attraverso i loro occhi stupiti  mi ha fatto riscoprire ciò che purtroppo spesso diamo stupidamente per scontato. Sono davvero soddisfatta della scelta che ho intrapreso e sento di poterla consigliare davvero a tanti. Il giorno della loro partenza è stato triste e non sono mancate le lacrime.

Sono certa che visto da fuori possa apparire banale ed insensato, ma le relazioni nate dallo scambio hanno fondamenta solide e ferme, ma come ogni cosa bisogna provarla sulla propria pelle per comprenderla. Ho avuto la meravigliosa occasione di conoscere persone speciali che mi hanno regalato emozioni forti. Il destino mi ha riservato due persone ordinarie eppure estremamente uniche che mi hanno lasciato un grande ricordo nel cuore.

Ho vissuto il gemellaggio e sono felice di affermare che è stata una valida opportunità per abbattere finte barriere di confine e fare emigrare il pensiero verso nuovi ed emozionanti orizzonti… la gente proviene da differenti e variegate realtà, ma è pur sempre cittadina del medesimo mondo.

Sara Tantardini    

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COMUNITÀ MONTANA, COSA T'ASPETTI DAI NUOVI VERTICI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

maggio: 2010
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31