EDITORIALE/Chi ha paura delle fiere in Valle



Tra pochi giorni, esattamente il 7 ottobre, giovedì, la Comunità Montana Valsassina ospiterà un incontro importante. Chiamasi "tavolo tecnico" ma in realtà si tratta della chiamata da parte del presidente Alberto Denti di tutte le parti coinvolte nell’organizzazione (e di chi se ne sente vittima) della famosa Sagra delle Sagre. Il vertice si è reso necessario dopo le ennesime polemiche del dopo-esposizione, alimentate stavolta più che mai dai commercianti valsassinesi o quantomeno dalla parte di questi rappresentata dalla Confcommercio di Egidio Magni.

Più che mai. Fateci caso, è grande la crisi economica che attanaglia il nostro paese e non solo. E tutti se ne sono accorti. Forse è (anche) per questo motivo che la tensione – pur se nella forma corretta, quella della dialettica – è salita un po’ più del solito. Prova ne sia il "bis" avvenuto pochi giorni fa a pochi metri di distanza dalla zona della Sagra, quando per la presenza di "abusivi" intorno alle Manifestazioni Zootecniche di Pasturo è esploso il secondo caso, alimentato anche qui da una parte dei confcommercianti; nello specifico dagli ambulanti capitanati dal presidente regionale della Fiva Giandomenico Beri.

I toni si sono alzati, al centro della polemica sempre e comunque le famose fiere, non in quanto tali ma per la presunta mala gestione o meglio per gli effetti negativi che secondo i detrattori questa apporterebbe se non all’economia valsassinese tutta, perlomeno alla categoria che più se ne lamenta.

Non è compito nostro dare ragione agli uni o agli altri, né prendere posizioni a favore o contro. Certo però che va registrata questa tensione, sempre più alta, forse motivata proprio dalla difficile congiuntura dell’epoca. Ce ne accorgiamo giorno dopo giorno perché, nonostante la presenza di tanti temi delicati in questo avvio di autunno continuiamo a ricevere commenti di lettori e istituzioni proprio in materia di sagre e fiere.
Giusto ieri ci è arrivata questa considerazione, piuttosto sapida, che vi giriamo. Rappresenta a nostro avviso il miglior indicatore del disagio che si vive in questo periodo.

Quest’anno, tra tutti, sono riusciti a piantare in piedi un
gran casino anche sulle "intoccabili" Manifestazioni Zootecniche e sul
mercato che viene organizzato in parallelo.
Strano che nessuno, nonostante la sacralità dell’evento si sia mai
lamentato perchè a pochi metri c’è chi lo sfrutta vendendo (del tutto
legittimamente, sia chiaro) mutande non made in Valsassina e piazzando
bancarelle che arrivano da ogni dove (perbacco!).
Ogni paragone con altre manifestazioni che si svolgono proprio da
quelle parti, ma aldilà del Pioverna è puramente casuale.
Intanto sono certo che Giulio Selva e il suo Ransciga in Paradiso si
sbellicano dalle risate.
Mi verrebbe da dire: "pora cà senza tecc".

 

 

 




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

SCUOLA, AULE IN MUNICIPIO: SECONDO TE SONO OK?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

settembre: 2010
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930