Al via gli Stati Generali del turismo La Valsassina seconda in Lombardia



Presenti all’incontro molte autorità, tra cui il presidente della Camera di Commercio di Lecco Vico Valassi e il sindaco del capoluogo Virginio Brivio. Per la nostra Provincia il presidente Daniele Nava e l’assessore al turismo Fabio Dadati. Sono intervenuti inoltre il presidente di Federalberghi di Lecco Severino Beri, il presidente nazionale dell’Associazione Italiana Netwok Turistici Franco Gattinoni, l’assessore regionale al turismo Stefano Maullu e gli assessori provinciali di settore di Como e Monza, Achille Mojoli e Andrea Monti.

Ha aperto il dibattito il padrone di casa Valassi, ricordando che la Camera di Commercio si impegnerà sempre di più per favorire il settore turistico nel territorio, ma bisogna che anche i privati e la Provincia vadano avanti di questo passo. 
 
Il presidente Nava ha sottolineato come fare convegni vada bene, ma poi è necessario passare ai fatti. La collaborazione tra le province è indispensabile per poter crescere e consolidarsi in questo settore. Ricorda sempre Nava che “fino a qualche anno fa Lecco non aveva turismo. Ora questo è una fonte di reddito per molti. Abbiamo la fortuna di avere uno splendido lago, delle bellissime montagne e la verde Brianza, possiamo fare da campo base per i turisti che in pochi chilometri possono fare tutto.”
 
L’assessore Dadati, ha illustrato la propria relazione e ha spiegato che per promuovere il turismo bisogna promuovere il territorio. “La conferenza internazionale sul turismo che si terrà a Cernobbio fra due settimane, che porterà numerose autorità da tutto il mondo, sarà fondamentale per noi. Inoltre grazie all’Expo 2015 siamo di fronte a un cambiamento epocale: abbiamo la seria opportunità di essere la parte turistica di Milano.” 
 
Per quanto riguarda la Valsassina, la relazione indica come siamo al secondo posto in Regione nel turismo montano e sul podio per quanto riguarda rifugi e impianti sciistici. Dadati ricorda che è un obiettivo concreto allungare la pista ciclabile che attraversa la Valle fino a Lecco. Mancano però gli alberghi, che nel territorio sono indispensabili.
 
Parlando di dati si può notare che a luglio di quest’anno gli arrivi e le presenze in Valsassina sono andati bene. Ma sono soprattutto due gli interventi che la Provincia vuole portare avanti nei prossimi anni: il recupero degli impianti di Paglio e del Pian delle Betulle e la riapertura delle Terme di Tartavalle, dapprima come centro di imbottigliamento e poi come struttura alberghiera, ma solo con gli aiuti di privati.
 
Beri di Federalberghi ha ricordato inoltre che è stato potenziato il sistema sciistico in accordo con la ITB di Barzio: infatti chiunque pernotta in un albergo convenzionato ha diritto ad acquistare uno skipass a prezzo ridotto. Inoltre il CFP di Casargo negli ultimi anni ha fatto progressi. 
 
Gattinoni ha sottolineato che per attirare turismo serve un centro catalizzatore, come una sala congressi e un albergo ampi, per promuovere eventi e affaristi. 
 
Buone parole anche da Maullu che ricorda come il comprensorio sciistico della Valsassina debba essere rilanciato.
 
Conclude l’incontro il Ministro Brambilla, ribadendo la grande attenzione turistica nel nostro territorio. Dichiara però anche che per fare bene “non basta costruire le strutture, ma bisogna cambiare la mentalità”.   
 
 
 





VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

SI FA ABBASTANZA IN VALSASSINA PER DIFENDERE LA NATURA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO