Introbio: in piazza Pretorio nascera’ un parcheggio sotterraneo



Salvaguardare il nucleo storico di Introbio e soprattutto dare ai suoi abitanti le comodità necessarie per rimanere li, questi gli obiettivi perseguiti del Pic, ovvero il Piano di insediamento commerciale (per un importo totale di circa 600mila euro), avviato nella precedente amministrazione ma variato in parte dalla giunta Rupani specie per quel che riguarda il parcheggio sotterraneo di Piazza Pretorio.

L’idea originale era quella della creazione di un mercatino stile Svizzera (secondo i vicini del luogo) che avrebbe occupato parte della piazza, poi l’idea è stata accantonata della nuova amministrazione e i soldi (tanti) destinati alle tettoie sono andati a finire nella sistemazione di alcune strade del vecchio nucleo abitato.
 
Nel frattempo, l’assessore Brini con l’approvazione della giunta ha chiesto in Regione una variazione del piano argomentando la non funzionalità di quello originale. La Regione ha concesso una proroga e non una variante.
 
Diverse lamentele per abusi e disordini nel parcheggiare in piazza (segnalati in diverse occasioni auto posteggiate in seconda e terza fila) hanno convinto gli attuali amministratori a chiedere il parere di tecnici e addetti ai lavori sulla convenienza e fattibilità della costruzione di un parcheggio sotterraneo.
 
Il parere tecnico è stato positivo, dunque i lavori di edificazione della nuova piazza sono stati bloccati in attesa degli sviluppi per la costruzione dei parcheggi (attualmente nella parte destra della piazza si vede un muro di cemento e altri lavori di sistemazione dello spazio verde con lo spostamento addirittura della vecchia fontana presente nel piazzale)
 
"Per questi motivi non avete visto pronta la piazza nell’estate recente" ha detto Rupani, "è stato un fatto voluto".
 
Dopo un bando pubblico al quale si è presentata soltanto una ditta costruttrice, si è decisa la realizzazione di 18 posti auto sotterranei, senza nessun costo per il Comune che riceverà addirittura 26mila euro per diritto di superficie, concedendo alla società (Locatelli) lo spazio per novant’anni. "Se venivano fatti sedici posti macchina, avevamo diritto a 21mila euro per diritto di superficie, invece per i diciotto programmati riceveremo 26milla euro" ha confermato l’assessore Brini.
 
Una volta iniziati i lavori (che avranno un costo per la ditta di circa 390mila euro) l’impresa dovrà ultimarli entro quattro mesi (la parte esterna in superficie) e sessanta giorni per quelli sotterranei riportando, una volta finiti, la piazza allo stato attuale.
 
Per l’assegnazione dei posti, la precedenza sarà data ai vicini della zona di Piazza Pretorio, poi gli altri residenti del paese e, per ultimi, i villeggianti proprietari di case.
 
Il costo di ogni box sarà di 24.800 euro (per i 17 più piccoli) e 26mila per l’unico qualche metro più grande.
 
"Per la viabilità e la comodità sarà senz’altro un’opera importante" ha detto a Valsassinanews un residente che ha la casa proprio di fronte alla piazza, "ma una volta ultimati i lavori, dovranno sicuramente ripiantare gli alberi che oggi sono nella zona e rimettere a posto le vecchie mura da dove dovrebbero fare l’ingresso al parcheggio". Per finire, il gentile cittadino che passeggiava per la zona domenica mattina ci ha detto "spero che quell’orrendo muro di cemento che hanno costruito venga abbattuto, non va d’accordo con lo stile della piazza".
 
Sempre il simpatico introbiese ci ha indicato il posto dove verranno comunque costruite le tettoie, tre o quattro secondo il progetto, che finiranno sul piccolo marciapiede rimasto nella piazza ricostruita.
 
 
LA PIAZZA PRETORIO AD INTROBIO
 
 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

CORONAVIRUS, CHE FARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO