FORBICI E COLTELLI PER DISABILI: ANCHE FARMINDUSTRIA PARLA DI PREMANA



Grazie al consorzio Premax fra le aziende e alla collaborazione con il Politecnico di Milano, sono state create innovazioni nell’ambito delle forbici che pongono Premana ai vertici della produzione nazionale. Un particolare congegno in teflon sostituirà le viti delle forbici che non avranno più gioco e i tagli saranno perfetti. Premana, dunque, esempio di un paese che si è votato all’innovazione, grazie alla lungimiranza dei suoi abitanti, soltanto duemila. Un esempio che è venuto alla ribalta nel corso della Road map organizzata da Farmindustria nella sede della casa farmaceutica Roche di Monza sul valore dell’industria farmaceutica italiana, spesso dimenticata dalle Istituzioni che tendono a far pagare all’industria farmaceutica i disavanzi del bilancio di governo.

A parlare di Premana è stato l’onorevole Raffaello Vignali, della Commissione attività produttive commercio e turismo alla Camera dei deputati, il quale ha sottolineato l’importanza della nostra azienda manifatturiera, che si affianca a quella della ricerca farmacologica che in Lombardia ospità metà delle 200 aziende sparse sul territorio italiano. "Bisogna che l’amministrazione pubblica faccia la sua parte diventando più efficiente – ha detto l’onorevole – come fanno le nostre aziende. Basti pensare a quelle di Premana che si sono consorziate e hanno dato vita a un sistema rivoluzionario  per il buon funzionamento delle forbici e contemporaneamente hanno realizzato forbici e coltelli per disabili. Così come a Erba si sta espandendo una azienda che fabbrica valvole per le pipeline di tutto il mondo e una ditta di Pavia che realizza scarpe per diabetici".

A chiusura di questo incontro organizzato da Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria, è intervenuto anche il presidente della regione Lombardia Roberto Maroni, il quale ha promesso il suo interessamento perché il settore farmaceutico non sia sovraccaricato di oneri, perché secondo Scaccabarozzi è all’osso, ma ha precisato che per le aziende start up lombarde che faranno innovazione sarà azzerata la tassa Irap, mentre la burocrazia amministrativa sarà ridotta a zero, purchè le aziende si comportino correttamente e ai controlli successivi dimostrino quello che hanno fatto. Nel panorama farmaceutico italiano, la Lombardia è stata menzionata fra le prime tre in Europa, con 100 aziende produttive, altre 30 per l’indotto farmaceutico, per un totale di 45.000 addetti e 400 milioni di fatturato. Premana insegna.

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

CHE SI DICE DEI VALSASSINESI FUORI DALLA VALLE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

ottobre: 2013
L M M G V S D
« Set   Nov »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031