CASARGO/CORTEO SOLENNE E TRE BUS DA PADERNO DUGNANO PER IL25 APRILE



Solenne corteo nella mattinata di sabato a Casargo che  dalla Località Le Chiuse – Codesino – si è diretto verso il cimitero prima e quindi alla volta della Chiesa di San Bernardino. Una giornata organizzata a più mani, nel solco di "Itinerari della memoria: La resistenza in Valsassina", e  che ha raggiunto il culmine nei discorsi commemorativi nell’Aula Magna della Scuola Alberghiera a Piazzo.

Le note della Banda di Premana hanno guidato il lungo serpentone alle cui spalle hanno trovato spazio i gagliardetti dei vari Gruppi Alpini della Valsassina e quindi il numeroso gruppo ANPI di Paderno Dugnano, giunto in Alta Valle con ben tre pullman. Tiepida invece la risposta del paese.

Durante la celebrazione ufficiale a fare gli onori di casa il primo cittadino di Casargo, Pina Scarpa, che ripercorrendo quelle pagine di storia, e in particolare la storia della scuola di Piazzo, si è sentita “toccare corde profonde del mio essere, riconoscendo il contributo dato dalla causa partigiana come pilastro per la nostra costituzione e libertà. Non fu una lotta di parte e ha consentito a noi tutti di essere cittadini liberi in una nazione libera. La scuola Alberghiera, già colonia fascista, divenne caserma e fu poi attaccata con successo dai partigiani il 13 settembre ’44 per impadronirsi delle armi”.

Le fa eco il presidente del CFPA, Francesco Maria Silverij, che sottolinea di essere onorato nel portare un così grande messaggio agli studenti della scuola, perché siano non solo professionisti ma anche cittadini.

Gildo Negri, classe 1930, responsabile ANPI di Paderno Dugnano, chiude portando “Onore a tutti i partigiani, non solo quelli caduti che sono stati i meno fortunati, perché non hanno goduto della libertà per cui hanno combattuto. I partigiani sono stati dei volontari che hanno dato del filo da torcere alle armate della Wehrmacht, le SS, e hanno vinto perché erano motivati nel farlo e combattevano per ideale non perché avevano ricevuto la cartolina precetto. Oggi che siamo sazi e possiamo fare spallucce di tante questioni sembra che sia stato facile fare quella scelta, ma non lo è stato e l’ANPI non vuole venga schernita o delegittimata la lotta partigiana, perché così facendo si delegittima la nostra libertà”.

Pranzo sociale a seguire con la grande sala della scuola alberghiera animata dalle voci e dalle canzoni degli ospiti, anche grazie ad una rappresentanza di un gruppo culturale popolare di Paderno Dugnano.

 


FOTO DELLA GIORNATA

Deposizione della corona ai caduti di tutte le guerre


Banda di Premana – Corteo per le vie di Casargo

Gruppo ANPI – Paderno Dugnano

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MALTEMPO: FA ANCORA PAURA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO