IL CFPA SI DOTA DI DEFIBRILLATORE E INCONTRA LO CHEF CRACCO



Mercoledì la scuola alberghiera ha partecipato all’importante evento annuale organizzato da Confindustria Lecco per le giovani generazioni. Protagonista lo chef-star Carlo Cracco, che ha raccontato ai ragazzi la propria esperienza, dagli esordi al successo, passando per dubbi, difficoltà e per la continua voglia di migliorarsi, aggiornarsi e confrontarsi con i colleghi.

Una bellissima esperienza per i giovani, che hanno potuto confrontarsi con l’incredibile esperienza del celebre chef. I ragazzi del Cfpa di Casargo hanno apprezzato moltissimo la schiettezza e i saggi consigli di Cracco. In modo particolare, il presidente Francesco Maria Silverij è stato orgoglioso di poter incontrare Cracco, in un momento privato, durante il quale gli ha presentato l’identità e il valore del Cfpa.

“Sono certo” ha dichiarato Silverij “che i ragazzi sapranno fare tesoro dell’incredibile opportunità che hanno avuto, per la quale tengo a ringraziare, a nome del C.d.A., Confindustria, ed in particolare il presidente Maggi. Competenze unite a passione, come ha spiegato lo chef Cracco, sono la chiave del successo”.

Sempre nel corso di maggio, poi, sono stati attivati due importanti scambi culturali. Il primo si è da poco concluso e ha visto protagoniste le classi terze che sono state ospitate in Polonia dalla scuola alberghiera partner del Cfpa, sita nei pressi di Cracovia. Il secondo, invece, è in corso di svolgimento e coinvolge la classe quinta, che è ospitata dalla scuola alberghiera di Riga, in Lettonia, la stessa che in aprile ha partecipato al Casargo Food and Beverage Contest e ha vinto il premio speciale per il miglior cocktail.

Entrambe le esperienze sono occasioni preziose per una formazione a tutto tondo degli studenti che, oltre all’aspetto didattico-gastronomico, hanno avuto e hanno l’occasione di confrontarsi con lingue, culture e tradizioni profondamente diverse da quelle italiane. In particolare, per quanto riguarda lo scambio con la Polonia, i ragazzi hanno vissuto momenti di emozioni intense e di riflessione durante e dopo la visita al campo di concentramento di Auschwitz.

Un’altra novità importante riguarda la sicurezza: la scuola si è infatti dotata di un defibrillatore (acquistato con risorse finanziarie proprie) e ha predisposto un corso di formazione per il personale per l’utilizzo del prezioso strumento salvavita. Al momento circa metà dei dipendenti ha già acquisito le competenze necessarie e ne è dunque abilitato all’uso. Ha dichiarato il direttore Marco Cimino: “Il Cfpa di Casargo è una scuola che sa continuamente evolversi, alla ricerca del meglio per i suoi studenti e il suo personale in termini di formazione, didattica e sicurezza. Con l’acquisto del defibrillatore abbiamo voluto offrire ai nostri alunni e al personale un’importante tutela, che si colloca nelle numerose azioni di prevenzione che da anni attuiamo”.

“Siamo felici dell’entusiasmo che abbiamo riscontrato anche tra il personale” ha dichiarato il presidente Silverij “alla notizia dell’acquisto del defibrillatore. Soprattutto, però, siamo orgogliosi di avere già formato e abilitato al suo utilizzo circa metà dei nostri dipendenti. Si è trattato di un investimento importante per il Cfpa, che l’intero CdA ha approvato nell’ottica di una tutela di tutti coloro che lavorano e studiano nella nostra struttura”.

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

DOPO BELLANO-VENDROGNO: FUSIONI DEI COMUNI, CHE FARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO