MAXI SANZIONE A TRIPADVISOR, NEL MIRINO DEL GARANTE ”PUBBLICITÀ INGANNEVOLE”



La questione era già conosciuta, ma la sanzione giunge comunque inaspettata e destinata "a fare scuola": da una parte Federalberghi ed altre associazioni di categoria, dall’altra il colosso americano, uno degli esempi più fulgidi della new economy, conosciuto ed utilizzato da turisti e viaggiatori di tutto il mondo; in mezzo il business rappresentato dalla sempre più ampia fetta di mercato di consumatori che legano le loro scelte di acquisto a recensioni ed opinioni telematiche.

Il meccanismo di utilizzo di tripadvisor è molto semplice: chiunque può rilasciare una recensione a schema libero su un luogo frequentato, mettendo in luce aspetti positivi o negativi dell’esperienza vissuta. Sul punto si concentrano le critiche da parte di Federalberghi e degli esercenti che denunciano come le recensioni non siano controllate e potrebbero essere addirittura strumentali, non essendo infatti necessaria alcuna prova di acquisto o soggiorno relativa al commento. Questo aspetto potrebbe quindi indurre furbi e disonesti a rilasciare recensioni del tutto denigratorie sui concorrenti o di contro elogiative per avvantaggiarsi indebitamente, stante appunto il sempre più largo utilizzo del sito e della app per smartphone.

Il Garante motiva la sanzione con la pubblicità ingannevole fornita dal sito. In particolare è censurato l’utilizzo di opinioni di cui non è controllata l’autenticità e, rincalzano i più critici, date in pasto all’ampia platea degli internauti. Analoghe pronunce si sono avute anche con le autorità di controllo di altri paesi quali Regno Unito e Francia, e lo spinoso problema sembra sarà portato all’attenzione degli organismi comunitari a Bruxelles.

E in Valsassina? la presenza di numerosi esercizi commerciali indirizzati verso una clientela di passaggio, e quindi verosimilmente votata all’utilizzo anche della rete per scegliere o farsi indirizzare, farebbe ritenere che il problema sia sentito anche dagli esercenti locali, tra cui sembra prevalere un atteggiamento cauto nella consapevolezza di non porsi in posizioni troppo retroguardiste rispetto alla rete ed al suo inarrestabile sviluppo, ma dall’altra sicuramente auspicando maggiori controlli ed affidabilità nella salvaguardia della buona fede e del lavoro di tutti. Tripadvisor dal canto suo promette battaglia e annuncia che agirà in appello contro la sanzione.

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

CREDI AI NUMERI "UFFICIALI" LEGATI AL CORONAVIRUS?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

STRADE VUOTE, LA VALLE ‘RISPETTOSA’

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO