ALTA VALSASSINA SI TRASFORMA: DA AGENZIA A ”RETE D’IMPRESE”



“Se si voleva crescere bisognava cambiare” ha spiegato il presidente di Alta Valsassina Stefano Gianola, “l’agenzia di sviluppo turistico iniziava ad avere dei limiti, tra questi quello di poter solo fare promozione e di dipendere quasi esclusivamente delle quote degli associati, ma con la creazione di una rete di impresa le prospettive future cambiano” ha spiegato il premanese, tra i fondatori di Alta Valsassina.

Dopo avere spiegato il percorso che ha portato alla creazione della rete di imprese (dai primi contatti all’aggiudicazione del bando della Camera di commercio di Lecco che verrà utilizzato per la costituzione della rete di imprese) Gianola ha lasciato la parola all’esperto in reti di imprese di origine sarda Carlo Montisci che ha illustrato il piano di lavoro della nuova realtà di promozione turistica del territorio. “Montagne Lago di Como è un insieme di imprenditori che vogliono fare azioni comuni” ha spiegato Montisci, “della rete fanno parte non solo aziende turistiche, ma la partecipazione è molto variegata”.

Secondo Montisci, autentico "pigliatutto" del progetto, l’idea di coinvolgere lago e montagna è vincente soprattutto perché nel nostro territorio, queste due realtà (lago e montagna) sono in stretto contatto e molto vicine. “Sport, vicinanza tra lago e la montagna e cibo della tradizione sono i pilastri della rete, il prodotto che noi offriamo è rivolto soprattutto alle famiglie e agli amanti dello sport” ha spiegato il tecnico, “grazie a questa iniziativa allargata a tutta la Valsassina e al lago di Como, si potrà fare riscoprire a migliaia di persone uno stile di vita particolare”. Lo slogan è quello di offrire a chi viene in queste zone, delle attività piacevoli e rilassanti praticando sport e consumando cibo buono e sano secondo le ricette tradizionali.

Obiettivo della rete di imprese sarà quello di promuovere il territorio, aumentare il fatturato delle aziende che ne fanno parte, ma anche rappresentare le proprie imprese negli enti pubblici oltre a coordinare proposte, iniziative e accoglienza.

“Grazie alla rete di impresa si potranno creare servizi ed eventi e si apre la porta alla commercializzazione e vendita di questi servizi e prodotti” ha spiegato Montisci. “Montagne Lago di Como” avrà un consiglio direttivo, un’assemblea alla quale potranno partecipare con diritto di voto le imprese e il comitato dei B&B. Inoltre, il direttivo verrà affiancato da un comitato delle categorie e altri comitati delle associazioni ed enti pubblici. Montisci ha in mano questa rete e anche se ufficialmente viebe giudicato "un fornitore" e dovrebbe lasciare la rete stessa tra due mesi è un po’ il factotum del progetto del quale tesse un po’ tutti i fili. Da ricordare che lo stesso esperto ha vinto un analogo bando con una rete del tutto simile (nella Valle dell’Adda). Anche lì, un business da 70mila euro.

Il direttivo durerà in carica tre anni e sarà composto da nove membri, tra rappresentanti dei territori e "liberi" (anche se per un periodo funzionerà un direttivo formato da 7 membri fino all’elezione del nuovo consiglio direttivo).

Col passaggio da Alta Valsassina a Montagne Lago di Como cambiano anche le quote associative, che variano dai 150 euro per le ditte individuali ai 500 euro delle imprese con più di sette dipendentii. Tutti (tranne gli attuali soci di AV) dovranno pagare una quota iniziale di 100 euro per avere diritto al voto, i soci attuali di AV pagheranno ancora 120 euro per due anni dopodiché dovranno adeguarsi alle nuove quote. Nel 2016, l’attività di Alta Valsassina cesserà definitivamente per dare spazio a quella di Montagne Lago di Como, con lo switch-off del sito internet che passerà ad essere www.montagnelagodicomo.com al posto di www.altavalsassina.it.

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COMUNITÀ MONTANA, COSA T'ASPETTI DAI NUOVI VERTICI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO