TARTAVALLE: SALTA L’ASTA PER PAGARE GLI STIPENDI. INTERVIENE IL CONCORDATO



La vendita di computer, stampanti, portatili, gruppi di continuità, friggitrici ed altro materiale della giovane ma già tramontata avventura imprenditoriale sarebbe dovuta andare in scena questa mattina e il denaro raccolto sarebbe servito per saldare almeno in parte gli stipendi non retribuiti a due operai che avevano creduto nella scommessa delle Terme di Tartavalle.

Invece tutto è saltato. La proprietà ha fatto ricorso al concordato preventivo che sospende i termini dell’asta in attesa che le parti si siedano a un tavolo per concordare le modalità attraverso le quali provvedere al saldo degli stipendi, probabilmente corrispondendo a rate il dovuto.

E’ già la terza volta che questa pratica si ripete nel contesto di Taceno, e se gli ex dipendenti rifiutassero la proposta della società verrà indetta una nuova asta.

 

 

Leggi anche:

TARTAVALLE, UN’ASTA PER PAGARE 

GLI STIPENDI A DUE EX DIPENDENTI

Scritto da: Redazione Economia e Lavoro – 27/05/2015

TARTAVALLE, UN'ASTA PER PAGARE <br>GLI STIPENDI A DUE EX DIPENDENTIL’asta che si svolgerà il prossimo 10 giugno è importante perché va a cercare di ripagare un anno di lavoro di due persone che avevano creduto nel progetto di riapertura delle Terme di Tartavalle. E che oggi raccontano a VN il loro "calvario". 

 

 

 

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

IN ARRIVO INVERNO E NEVE

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO