INTROBIO: L’OPPOSIZIONE ESCE DAL LETARGO E IL CONSIGLIO DIVENTA “VIVO”



INTROBIO – Nella seduta di consiglio di lunedì scorso si è rotto l’incantesimo. L’opposizione (o almeno parte di essa), dopo un anno di interventi sporadici, è uscita finalmente dal letargo e ha dato vita a un dibattito degno di un organo democratico come il consiglio comunale. Gli interventi di Riccardo Acquistapace e Alessandra Vittoria Selva, entrambi eletti con la lista Noi con Voi per Introbio hanno puntato soprattutto ad evidenziare che il tempo di “aspettare” è scaduto e che dopo più di un anno di amministrazione Airoldi molte cose non sono chiare.

Gli argomenti che hanno fatto scattare la molla della minoranza sono stati la ratifica degli accordi per i servizi sociali, le modifiche allo statuto di Lario Reti e la gestione della sottostazione ecologica dello “Sprizzottolo”.

riccardo acquistapaceNello specifico, Acquistapace ha ribadito in aula che Introbio ha lasciato l‘Unione dei comuni nel mese di ottobre del 2014 e nel consiglio successivo all’uscita si era detto che il corrispettivo per i servizi associati (assistente sociale e sportello Suap) sarebbe stato pagato sulla base dell’effettivo consumo, invece nel consiglio del 13 luglio è emerso che il contributo da pagare sarebbe stato pro capite. Sempre su questo argomento, Riccardo Acquistapace ha chiesto quale sarebbe il rapporto costi/benefici dell’uscita dall’Unione visto che, abbandonando, Introbio avrebbe rinunciato a dei finanziamenti elargiti dalla Regione Lombardia per l’Unione nel 2015.

Sindaco e vicesindaco hanno poi affermato che i benefici economici di queste decisioni avrebbero dato ragione ad Introbio, ma, come spiega Acquistapace, “siamo fuori dall’Unione ma paghiamo i servizi come se ci fossimo ancora dentro, oltre ad aver ridotto vergognosamente i servizi di assistenza sociale a discrezione del sindaco“.

Il vicesindaco Lino Artusi ha richiamato le convenzioni con l’Unione per ridurre dal 27 al 7 per cento le spese ma queste convenzioni, lamenta Acquistapace, “non sono mai arrivate per motivazioni loro e sopratutto perché, secondo la maggioranza, la segreteria dell’Unione ha molto ritardato la produzione delle stesse”.

Polemiche anche sulla chiusura notturna dell’acquedotto a metà luglio; pure qui, Acquistapace contesta il fatto che l’ordinanza è stata emanata il 15 luglio ma nel consiglio di due giorni prima nulla venne anticipato: “Avremmo gradito che nel consiglio del 13 luglio se ne fosse parlato, un bacino non si svuota in mezza giornata” le parole dell’esponente di minoranza riferendosi alle affermazioni del sindaco Adriano Airoldi sulle informazioni avute dal responsabile di Idroservice, il quale avrebbe comunicato lo svuotamento parziale del bacino.

Infine la discarica. I consiglieri di Noi con Voi per Introbio hanno spiegato in aula che il Comune di Introbio attualmente non ha la piena disponibilità del sito, disponibilità che si otterrebbe con una semplice voltura. Questo fatto, secondo Acquistapace, “dimostra la mancanza di programmazione e di dialogo con gli enti e con il Comune convenzionato (Pasturo)”. Proprio a Pasturo è stata attribuita la responsabilità di non aver voluto firmare gli accordi prima di oggi e di aver temporeggiato per lunghi mesi prima di arrivare alla firma della convenzione approvata lunedì sera in aula

Il consiglio comunale di Introbio diventa così, finalmente, un luogo di dibattito e confronto, con una maggioranza che persegue le proprie idee e una minoranza che controlla e pretende spiegazioni. Si respirava aria di democrazia in aula, e si vedevano delle giugulari gonfie e dei visi arrossati. Non si tornerà sicuramente ai tempi del super oppositore Eusebio Marconi ma qualcosa si sta muovendo, a Villa Migliavacca.

F. M.

 

LEGGI ANCHE

INTROBIO: NOVITÀ SU SERVIZI SOCIALI
E PIATTAFORMA ECOLOGICA CON PASTURO

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MALTEMPO: FA ANCORA PAURA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

settembre: 2015
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930