INAUGURATA A CASARGO LA SEDE DISTACCATA DELLA CROCE ROSSA DI PREMANA



CASARGO – Inaugurata questa domenica  la nuova sede di Casargo della Croce Rossa di Premana. Dopo la santa messa celebrata da don Bruno, un corteo accompagnato dal corpo bandistico  “San Dionigi” di Premana si è recato insieme alle autorità presenti alla nuova sede del distaccamento.

DSC01148Presenti alla cerimonia, oltre ai volontari della Croce Rossa di Premana, e ad una rappresentanza dei colleghi di Balisio, i sindaci di Casargo, Pina Scarpa, di Crandola, Roberto Pozzi, il primo cittadino di Margno, Giuseppe Malugani, il sindaco di Premana e volontario della Croce Rossa, Nicola Fazzini, il maresciallo di Casargo, Luigi Taricco e la presidente provinciale della Croce Rossa, Giovanna Brambilla.

Il primo a prendere la parola è stato Sem Rusconi, responsabile della delegazione premanese della Croce Rossa, il quale ha ringraziato i presenti evidenziando l’importanza di avere una sede distaccata a Casargo, sia dal punto di vista logistico che da quello “umano” visto che molti volontari della Cri premanese sono dell’Alta Valle.

DSC01161“Ringraziamo chi ha reso possibile la creazione di questa sede che sarà molto utile per accorciare i tempi di trasporto verso Lecco e invitiamo la popolazione a continuare ad appoggiare la nostra associazione partecipando alle nostre iniziative, ai nostri corsi e soprattutto diventando volontari, perché è questa la linfa che da vita al nostro sodalizio” ha detto Rusconi.

DSC01163Parole forti anche da parte del sindaco di Casargo Pina Scarpa che ha ringraziato i volontari di Premana e si è augurata che “lo stato faccia il suo dovere per dare al cosiddetto terzo settore il posto che merita, senza volontari nell’Italia di oggi non si potrebbe andare avanti e l’esempio della Croce Rossa di Premana dimostra come con la forza del volontariato si possano fare cose importanti” ha aggiunto il primo cittadino casarghese.

Un ringraziamento è arrivato anche da Giovanna Brambilla, presidente provinciale della Croce Rossa Italiana, la quale si è congratulata con la delegazione di Premana per la sua organizzazione e concretezza. “Loro” ha detto la Brambilla, “si organizzano in modo perfetto, raccolgono i fondi per i loro mezzi, per le loro divise, fanno tutto in autonomia e con grande impegno, sono molto preparati, perché i nostri corsi durano tre anni, a differenza di altre associazioni dove la formazione è più ridotta, ma ci teniamo a offrire alla popolazione il meglio perché si parla di persone che hanno bisogno delle migliori attenzioni in momenti di difficoltà” ha concluso la presidente provinciale CRI.

DSC01176Come era da immaginarsi, il taglio del nastro è stato fatto con una forbice “made in Premana”, simpaticamente contesa tra il sindaco di Casargo e don Bruno, “questa forbice la voglio tenere io come ricordo di questo momento” ha detto il sindaco Scarpa, “ma noi in parrocchia ne abbiamo una piccolina, ci farebbe comodo averne una nuova” la replica del simpatico sacerdote, commento colto con un sorriso e un forte applauso dai presenti.

La sede è in donazione alla Croce Rossa di Premana da parte del Comune con il quale l’associazione premanese ha firmato una convenzione. I locali, attrezzati per il soggiorno di diversi volontari, sono attrezzati con della tecnologia che permette avere i mezzi di soccorso pronti per eventuali uscite.

Fernando Manzoni

L’INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEDE STACCATA
DELLA CROCE ROSSA ITALIANA DI PREMANA A CASARGO

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

DOPO BELLANO-VENDROGNO: FUSIONI DEI COMUNI, CHE FARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

novembre: 2015
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30