AUMENTO DEMOGRAFICO IN VALSASSINA: LE PROSPETTIVE DI LAVORO PER L’ECONOMIA LOCALE



Ma chi l’ha detto che i piccoli centri stanno morendo in favore della crescita delle grandi città? La Valsassina non rientra in questo cliché e a dirlo è l’Istat, che dopo aver fatto i conti con i Comuni della zona ha trovato interessanti trend di crescita demografica: solo nei primi nove mesi del 2016 la popolazione è aumentata di 90 unità. Ballabio in vetta alla classifica, seguito da Primaluna, Pasturo, Introbio e Cremeno.

Traguardo storico per Premana, Primaluna e Pasturo che oltrepassano la soglia dei duemila abitanti e conduce la Valsassina al totale di una popolazione pari a 20.527 persone, un grande risultato per una zona montana che dai 14.749 abitanti del 1982 ha visto una crescita del 45,5%.

Il comune che ha registrato il risultato più eclatante è Ballabio, dovuto non tanto ad un poco probabile aumento improvviso delle nascite quanto per la vicinanza a Lecco, importante centro urbano e capoluogo di provincia. Ballabio infatti è considerato sempre di più una sorta di rione residenziale di Lecco che ha visto un grande flusso di trasferimenti dalla città di nuovi abitanti in cerca di una zona tranquilla fornita di tutti i servizi, ma comunque vicina a Lecco. A Ballabio dai 1949 abitanti di 36 anni fa si è arrivati ai 4.092 del 2016 per una crescita vertiginosa pari al 109,5%.

Questa crescita demografica ha portato tutta la valle e i suoi abitanti a soffermarsi sul mondo moderno e sulle nuove possibilità di sfruttare le proprie risorse per la creazione di maggiori occupazioni lavorative. A tale proposito occorre sottolineare che al contrario di quanto si possa pensare, l’artigianato locale raggiunge buoni risultati, sia in prestazioni che in eccellenza di realizzazione, dalle ceramiche al legno lavorato, fino alla tradizione delle miniere di ferro che dai tempi della dominazione romana si è evoluta fino ad arrivare alla produzione dei rinomati coltelli di Primana, ma anche flange, utensili e monili vari. Ma come tutte le cose, l’artigianato sarebbe morto in sé stesso se non avesse trovato il modo di evolversi a modo suo e di sfruttare al meglio i mezzi che la modernità mette a disposizione.

neve grignoneIn questo caso, è l’e-commerce e il mondo della vendita online di oggetti unici, fatti da crafter del luogo che consente la vita dell’artigianato della Valsassina in un mondo 2.0 dove internet è la soluzione a tanti problemi – e lo stesso discorso vale anche per ristoranti, hotel e B&B che se non sono presenti online non riescono a sopravvivere. Internet è riuscito a fondere la valenza di una tradizione artigiana come quella locale con l’ottimizzazione della compravendita grazie a nuove, ampie piazze virtuali che proiettano i prodotti locali nel mondo, e non è un modo di dire. Grazie a marketplace come Ebay, Dawanda, Etsy o Amazon l’artigianato rivive e arriva in tutto il mondo.

Ma il mondo dell’e-commerce è riuscito ad evolversi anche grazie al progresso dei sistemi di spedizione nazionali e internazionali e degli strumenti online di confronto e indagine dei servizi di corriere espresso come TNT, SDA, BRT o Poste italiane le cui tariffe sono tutte visualizzabili su Packlink – motore di ricerca per le soluzioni di spedizione che meglio si addicono al caso.

Occorre poi soffermarsi sul fatto che oltre alla crescita di Ballabio, negli ultimi anni si è assistito soprattutto alla crescita dei paesi dell’altopiano, la zona propriamente turistica della Valsassina e motore economico locale che ogni anno accoglie migliaia di turisti.

Già, perché la Valsassina è anche un meraviglioso centro turistico che riesce a sorprendere in ogni stagione chi si avventura alla scoperta delle maestose cime alpine tra boschi di montagna e sterminati prati verdi: questo è il vero biglietto da visita della zona e uno dei punti di forza su cui contare in termini di impiego lavorativo e economia locale.

La Valsassina è una delle mete privilegiate d’Italia che godono di continui flussi turistici sia in estate, quando tutta la valle si riempie di colori e profumi tra fiori, cielo azzurro e le tante sfumature di verde, sia in inverno quando invece il protagonista è il bianco della neve.

E l’economia dei comuni locali si orienta di conseguenza in stazioni sciistiche, negozi e strutture dedicate alle tante attività sportive praticabili in Valsassina – dalle escursioni tra la natura, lo sci nei Piani di Bobbio, il trekking montano o la bike lungo le strade panoramiche lungo il lago a Bellano – e organizzazioni per i servizi al turismo, come i tour organizzati da guide montane esperte o storici dell’arte che possano mostrare le bellezze dei palazzi e delle Chiese dei borghi caratteristici.

La vicinanza da Lecco, ma anche da Milano la rende la meta perfetta anche solo per un weekend di pausa dalla routine quotidiana di chi vive in città e sente la necessità di immergersi nella natura per un po’ di sano relax. Aumentano anche per questo il numero dei turisti mordi e fuggi o di chi decide di fare una scampagnata di un giorno lontano dalla metropoli. Vicinissima a Lecco, le valli sono infatti a meno di un’ora da Milano.

Ed ecco spiegato anche il fiorire di ristoranti e osterie, che hanno fatto delle eccellenze gastronomiche locali una vera attrazione e celebrano la polenta taragna in tutte le sue forme, magari accompagnata da un bicchier di buon vino rosso. Il settore enogastronomico non è mai in passivo, e questo è un dato di fatto universalmente noto che include attività di ristorazione, percorsi di degustazione e visite a luoghi cult come la fabbrica del formaggio Taleggio.

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MALTEMPO: FA ANCORA PAURA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

febbraio: 2017
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728