GRAZIE AI MIGRANTI, PIOGGIA DI SOLDI DALLO STATO SULLA VALSASSINA. 500 EURO AI COMUNI PER OGNI ‘OSPITE’. MA CREMENO NON FESTEGGIA…



migranti 2o green day 3VALSASSINA – I conti sono presto fatti: con 120 migranti accolti a Maggio, Cremeno si metterà in tasca circa 60mila euro; 12mila Barzio, quasi ventimila a Ballabio che ne ospita una quarantina mentre Pasturo otterrà “solo” settemila euro e pure a Moggio grazie ai pochi richiedenti asilo accolti arriveranno due-tremila euro. Per non parlare di Esino Lario, su cui pieveranno soldi (di Stato) grazie a quella che era stata etichettata qualche mese fa come l’ “elemosina-migranti” da 500 euro.

È stato pubblicato recentemente sulla Gazzetta ufficiale infatti il decreto attuativo del Fondo missione “Immigrazione, accoglienza e garanzia dei diritti”, nel quale si prevede un bonus di 500 euro per ogni persona accolta per i Comuni che alla data del 24 ottobre 2016 accoglievano richiedenti asilo. Il contributo complessivo erogato a ciascun Comune non potrà superare il valore del 15 per cento della spesa corrente risultante dall’ultimo certificato di conto consuntivo trasmesso al dipartimento per gli Affari interni e territoriali – Direzione finanza locale.

Le risorse verranno erogate ai Comuni sulla base dei dati forniti dalle Prefetture e saranno destinati senza vincoli particolari (vale a dire che potranno essere spesi secondo le esigenze dei singoli Comuni e non con l’obbligo di destinazione su specifici capitoli).

Cremeno consiglio Pier Luigi Invernizzi bis (2)Cremeno dunque, dopo tante proteste e incomprensioni si ritroverà un “tesoretto” da sessantamila euro “grazie” ai 120 migranti stipati agli Artigianelli. Per una volta dunque il sindaco Pier Luigi Invernizzi potrebbe dirsi soddisfatto della situazione, ma invece i “festeggiamenti” sono relativi: “Stiamo verificando con la Prefettura ed altri enti, per essere certi che la cosa stia così davvero. Ci risulta che sia ancora un po’ sul vago, specie per come dovrebbero essere ripartiti i soldi di questo fondo da 100 milioni totali. In ogni caso, se dovessero arrivare, bene: lo Stato da una parte prende (vedi la grana del Fondo di Solidarietà) e dall’altra ci restituisce, ma solo in parte. Come useremmo questi soldi se dovessero esserci dati? Io aggiusterei un po’ i conti del Comune, che ne hanno bisogno”.
FERRARI E AGOSTONI BARZIO PASTURO
Meno scettico l’altro primo cittadino dell’Altopiano, Andrea Ferrari, che da Barzio commenta così: “Importante che non sia stato vincolato l’utilizzo dei fondi, che a noi risultano certamente in arrivo. Non nascondo che anche al nostro Comune questi 12mila euro faranno comodo, viste le vacche magre dei tempi che corrono…”. Ed è invece laconico (ma pur sempre positivo) il sindaco di Pasturo Guido Agostoni che a proposito dei 7mila euro in arrivo (500 per ciascuno dei 14 tra bengalesi e pakistani ospiti in paese) afferma: “Non sono molti soldi, ma meglio che niente”.

Ecco alcuni dettagli pratici sul tema forniti dall’Anci – l’associazione nazionale dei Comuni italiani:

Il Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione erogherà le risorse del Fondo ai Comuni in base ai dati già disponibili e di quelli attestati dalle Prefetture competenti relativi alle presenze nelle strutture realizzate ai sensi degli articoli 9 e 11 del decreto legislativo n. 142/2015 (reperibile a questo link http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2015/09/15/15G00158/sg) e nelle aree attrezzate di sbarco, nonché sulla base dei dati relativi ai posti attivi nel sistema di protezione di richiedenti asilo e rifugiati (Sprar) attestati dal Servizio Centrale.

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MALTEMPO: FA ANCORA PAURA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

febbraio: 2017
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728