SE L’ENTUSIASMO PER I FUNGHI DIVENTA UN BOLLETTINO DI GUERRA… I CONSIGLI DEL SOCCORSO ALPINO



MONTAGNA – Tre tragedie in meno di tre mesi nei boschi lecchesi per i cercatori di funghi, l’ultima sabato scorso. Giovanni Taruselli, 55enne di Lierna, era nei boschi da solo. Non rientrando a casa venerdì è scattato l’allarme e sabato il ritrovamento del corpo, senza vita, in zona Fontanedo a Colico.

cnsas soccorso alpino notte val taleggio (1)A ritroso l’altro fungiatt morto nei boschi è Luca Rigoglioso, insegnante 44enne scivolato il 1° settembre nei boschi di Pagnona, mentre ad agosto stessa sorte toccò a Carlo Cendali, 5enne, anche lui in cerca di funghi in questo caso in Muggiasca.

È il caso allora di rispolverare i consigli del soccorso alpino pensati appositamente per provare ad evitare tragedie di questo tipo. Redatte dalla Sitox (Società Italiana di Tossicologia) e appunto dal Cnsas, si tratta di due preziose paginette – Sicuri in cerca di funghi – con i rischi che si corrono nel bosco e quelli che si affrontano a tavola.

“Se in questi giorni si digita la parola fungiatt su qualsiasi motore di ricerca – spiegano gli autori -, quello che appare sembra un bollettino di guerra con decine di dispersi, feriti e morti. E tra non molto, alle incaute vittime del bosco si aggiungeranno le vittime della tavola, intossicati che chiederanno assistenza medica dopo aver consumato l’agognato bottino. Ecco allora i consigli affinché l’entusiasmo non offuschi la necessaria prudenza”.

>>> LEGGI QUI IL DOCUMENTO <<<

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

LE CENTRALINE IDROELETTRICHE SUI NOSTRI CORSI D'ACQUA

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031