I GRANDI SERVIZI DI VALSASSINANEWS: 2011, SCALPORE PER QUEI GHIRI UCCISI BARBARAMENTE E FINITI NEL PIATTO. E VN SCOPRÌ CHE…



VALSASSINA – Il 24 febbraio del 2009, dopo l’improvviso e inatteso successo del ‘progenitore’ Ballabio News faceva il suo esordio on line Valsassinanews, il quotidiano on line che state leggendo e che ha guadagnato decine di migliaia di lettori fino a far suo un premio nazionale attribuitoci dal QOLL Festival nel 2012. Una storia già “lunga”, nella giovane era dell’informazione su internet, costellata di tantissime notizie belle e brutte e da alcuni autentici scoop.

Di questi si occupa la nostra nuova rubrica, dedicata appunto ai grandi servizi di VN – quelli che hanno avuto più successo, al di là del numero di letture.

Iniziamo con un articolo risalente al 2011 e che secondo la nostra redazione (ma anche a detta di molti aficionados di questo quotidiano on line) è quello che ha maggiormente colpito chi segue Valsassinanews fin dai primi tempi.
Un’avvertenza per chi è debole di stomaco: l’immagine proposta qui sotto e il contenuto del pezzo sono piuttosto forti.

BECCATI A CACCIARE GHIRI DA METTERE
IN PADELLA. DENUNCIATI IN VALSASSINA

26.01.2011
Non c’è solo la caccia vietata, che già comporta sanzioni rilevanti dato che la specie oggetto delle attenzioni gastronomiche è assolutamente protetta dalle leggi italiane; accanto al bracconaggio le due persone a quanto sembra denunciate (originarie di una zona lontana dalla Lombardia) potrebbero dover rispondere di altri reati e in particolare di maltrattamento e di uccisione di animali – normati da leggi recenti e abbastanza avanzate – nonché di impiego di mezzi e strumenti vietati.
ghiri in piattoI fatti, secondo quanto viene riportato in Valle: qualche mese fa due persone di nazionalità italiana, immigrate d una regione del Sud in Valsassina da anni, sarebbero state colte in flagranza di reato mentre catturavano, uccidendone una parte, oltre una trentina di esemplari di ghiro. Già la tecnica adottata per prendere gli animali è impressionante: con uno straccio incendiato viene affumicato l’interno del tronco cavo in cui gli animaletti si rifugiano per il letargo. Chi non muore soffocato si risveglia bruscamente e tenta di scappare ma all’uscita dall’albero viene bloccato (facilmente) e ucciso seduta stante. E con modalità raccapriccianti per come vengono descritte: si parla di bestiole prese a morsi sul collo (!) oppure infilzate con una specie di uncino.



Morti orrende, prima della consumazione a tavola di quello che viene giudicato dagli appassionati del genere come un piatto per palati e stomaci robusti. L’animale viene servito intero, cucinato al sugo. L’odore è molto forte.

> LA LEGGE 189 DEL 2004

> MALTRATTAMENTO DI ANIMALI (Legge n. 189/2004)

> I PIATTI PROIBITI DEGLI ITALIANI (www.ilcacciatore.com)




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

NAMELESS E SAGRA: PERDIAMO EVENTI IMPORTANTI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031