BARZIO DI LATTA. PAESE INVASO DALLE AUTO PER BOBBIO, E NON C’È NIENTE DA FARE



Dall’oratorio ai marciapiedi, da bordo strada alle proprietà private. Barzio oggi [domenica, ndr] si è di nuovo trasformato in un paese di latta. Più auto che turisti, più sciatori stanchi e felici che appartamenti (vecchi e sfitti).

Se ne è già parlato, non è la prima volta che la perla dell’altopiano risplende non tanto di luce propria ma della carrozzeria delle migliaia di auto che da qualche parte devono pur piantarsi ad aspettare che i padroni scendano da Bobbio. Per poi ripiantarsi in coda sulla 36 ma questo è un altro paio di maniche.

Incentivo sicuramente alle passeggiate pomeridiane per chi a Barzio già ci si trova, un po’ meno divertente per chi ci arriva a metà giornata, senza sci e scarponi ma con il desiderio di un caffé in piazza. A furia di cercare parcheggio va a finire che il caffé se lo beve sì in piazza, ma a Maggio.

Giornata sicuramente fantastica sulle piste e per chi attorno a quello orbita. Un po’ meno per il resto dell’universo. Non c’è altro da aggiungere perché soluzioni in vista non se ne vedono più.

Dal Parcheggio-Barzio, il 28 gennaio 2018.

Lettera Firmata

 




LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO Valsassina




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COME TI COMPORTI IN OCCASIONE DEL "BLACK FRIDAY"?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

VN SU FACEBOOK