BETULLE, SEGGIOVIA “A DISCREZIONE” PUR DI NON PERDERE IL FINANZIAMENTO PUBBLICO ARRIVATO DALLA REGIONE



cuccher ski betulle 2MARGNO – Continua ad annaspare il futuro dei Piani delle Betulle, l’ultimo paradiso in Alta Valsassina. L’inverno scorso il lavoro dei volontari della Cuccher Ski ha permesso alla realtà turistica di prendere una boccata d’ossigeno, tuttavia pare totalmente assente una direzione politica come dimostrato dai bandi a vuoto, un rischio che il polo non può correre avendo vincolato al funzionamento degli impianti l’importante contributo ricevuto dalla Regione.

Ne fa un’impeccabile analisi l’attento lettore di cui pubblichiamo in forma integrale la lettera giunta in redazione.

Non so se abbiate avuto modo di seguire le vicende del bando per la concessione degli impianti sciistici al Pian delle Betulle. La situazione è sconfortante. Dopo due bandi andati deserti si pubblica ora un bando modificato dove l’eventuale concessionario per i prossimi 24 mesi (a fronte di un impegno minimo di Euro 100,00 per la concessione annuale) ha facoltà di far funzionare la seggiovia nel periodo estivo “a discrezione”.

Il motivo è chiaro. Chi conosce il Pian delle Betulle sa che, conti alla mano, per l’eventuale concessionario l’obbligo di apertura in estate rappresenterebbe solamente un cappio al collo.

La modifica del bando nella versione ora approvata è giustificata, anche nei documenti ufficiali del Consiglio Comunale del 15 Giugno, dalla necessità di far funzionare gli impianti pena la restituzione del contributo concesso da Regione Lombardia nel 2016.

Per la revisione generale della seggiovia sono stati impiegati circa 80.000,00 Euro. L’altra parte del contributo regionale (per un totale di circa 140.000,00 Euro) è stata utilizzata per la funivia.
Mi sembra inoltre che anche la Comunità Montana abbia contribuito con 30.000,00 Euro.

FUNIVIA MARGNO BETULLESe il Concessionario, comunque nel rispetto delle indicazioni riportate nel nuovo bando, farà funzionare la seggiovia solo nel periodo invernale avrà l’obbligo di far funzionare la seggiovia stessa per un minimo di 40 giorni circa.

Stimiamo 200 giorni “obbligatori” nell’arco di cinque anni perché tra quattro/cinque anni ci vorrà, probabilmente, una nuova revisione generale.

Dividere 80.000,00 per 200 è facile. La seggiovia nei 40 giorni minimi stimati di funzionamento costa comunque alla collettività 400 Euro al giorno (per il periodo invernale).

Duecento giorni di funzionamento in cinque anni sembrano oggettivamente pochi ma bisogna considerare il rischio che non nevichi adeguatamente e che, alla fine, la seggiovia e gli impianti debbano, in certi periodi, rimanere fermi per cause di forza maggiore.

Facile notare anche come con questo bando si esprima la volontà di incentivare il turismo estivo. Per raggiungere il Cimone con la famiglia e i figli piccoli oppure con i nonni il malcapitato turista dovrà sperare in un concessionario volenteroso che, a sua discrezione, farà funzionare proprio quel giorno la seggiovia. Altrimenti tutti a piedi!

sciare pain delle betulle margnoNessuna programmazione, nessun giorno o orario di apertura estivo. Niente.

Vorrei evitare fraintendimenti. Non voglio assolutamente gettare la croce addosso a chi, meritoriamente, a cercato di far funzionare gli impianti anche nella ultima stagione invernale. Il problema è che non si può definire una programmazione pluriennale basandosi sui “volontari”, come è stato il caso dei bravissimi temporanei gestori della Cuccher Ski.

Quando finiranno i finanziamenti attraverso i (nostri) soldi pubblici qualcuno in Comune, in Comunità Montana o in Regione si prenderà la briga di fare un conto economico serio?

Se un’attività è utile al rilancio del turismo si promuove seriamente e si finanzia adeguatamente, non con le mance. Se le prospettive non sono favorevoli si smette di buttare denaro e si investe in altre attività.

Cordiali saluti,

Lettera Firmata

 




LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

luglio: 2018
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

METEO Valsassina




I SONDAGGI DI VALSASSINANEWS

PRIMA ANNONE, POI GENOVA: PASSARE SUI PONTI FA PAURA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...