BIANDINO, A UNA REALTÀ DI LECCO IL FUTURO DEL MADONNA DELLA NEVE. PER RIFUGIO E SANTUARIO LAVORI PER OLTRE 150MILA EURO



INTROBIO – Tra 113 candidature pare non ce ne fosse alcuna valsassinese degna di gestire il rifugio Madonna della Neve in Biandino tanto che la parrocchia di Introbio ha affidato la struttura attigua al Santuario all’associazione lecchese “Verso l’alto, verso l’altro”.

Una prima selezione ha filtrato le 113 proposte invitando dapprima 10 interessati ad illustrare il loro progetto, infine riducendo a tre i nomi tra cui scegliere.

L’edificio necessita di una importante ristrutturazione: i lavori inizieranno subito, si parla già di lunedì 30 luglio, e dovrebbero durare alcuni mesi senza tuttavia interferire con la tradizionale festività del 5 agosto che tutte le estati porta in Val Biandino migliaia di fedeli in venerazione.

L’investimento al rifugio si avvia a superare i 150mila euro, compresi di nuovi arredi, cucina e impianto fognario. Una quindicina di migliaia di euro saranno poi da impegnare per il santuario dove va rimesso a norma l’impianto elettrico e risistemata la casa canonica per i volontari.

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

SICUREZZA NEI CANTIERI: FACCIAMO ABBASTANZA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK