TREKKING E FOTOGRAFIA? SÌ, GRAZIE! ANCHE IN VALSASSINA E VALVARRONE



VALSASSINA – Gli amanti della montagna e con la passione per la fotografia hanno adesso l’occasione di vivere esperienze di trekking fotografici immersi nella natura delle Prealpi che circondano la Valsassina. Questo genere di escursioni “attraverso l’obiettivo” sono già frequentate e apprezzate in Toscana, dove la fotografa Ylenia Cantello organizza dei trekking fotografici nelle zone più suggestive della provincia di Siena. Grazie a queste escursioni molte persone hanno l’opportunità di scoprire e fotografare gli scorci più caratteristici delle colline senesi.

Il trekking dura di solito l’intera giornata per permettere di cogliere un’ampia varietà di condizioni di luce. Lungo il percorso sono previste delle soste in cui vengono spiegate le tecniche da utilizzare per ottenere i migliori risultati nella fotografia di paesaggio, ma soprattutto i partecipanti sono invitati ad esprimere nei loro scatti il loro originale modo di vedere e le proprie emozioni.

Così, attraverso il susseguirsi delle immagini, prende corpo un racconto personale del trekking, un viaggio interiore che porta passo dopo passo alla scoperta del proprio stile, da condividere con gli altri in uno scambio di impressioni ed esperienze. La Valsassina offre una varietà di percorsi escursionistici, panorami e soggetti naturalistici che ben si prestano ad un’attività simile: valli, montagne, torrenti, flora e fauna alpina. Un ambiente quindi ricco di spunti fotografici e una proposta varia in continua evoluzione per meglio accordarsi ai desideri di tanti escursionisti.

I trekking in montagna possono durare uno o due giorni (in quest’ultimo caso è previsto il pernottamento in rifugio) e sono rivolti a tutti gli appassionati in possesso di una fotocamera reflex o mirrorless con obiettivo grandangolare, normale o medio-tele, che abbiano nozioni fotografiche di base e buone capacità escursionistiche. Il numero di persone che prendono parte al trekking varia da un minimo di cinque a un massimo di sette.

Le prossime escursioni in programma saranno:

Sabato 25 agosto un percorso ad anello che da Introbio raggiunge la Sponda di Biandino, tocca il lago di Sasso e, percorrendo la Dorsale Orobica, passa dal rifugio Grassi per poi scendere verso il rifugio Buzzoni e rientrare ad Introbio (quota €70 comprensiva di assicurazione infortuni, da versare il giorno del trekking);

Sabato 22 settembre un trekking di due giorni, con pernottamento in rifugio, in occasione dell’equinozio d’autunno per fotografare il tramonto e l’alba dalla Cima di Piazzo e dal monte Sodadura, salendo da Moggio verso i Piani di Artavaggio (quota €145 comprensiva di assicurazione infortuni, cena, pernottamento e colazione in rifugio, da versare il giorno del trekking);

Sabato 20 ottobre è la volta della Val Varrone con i magici colori dei suoi alberi in autunno, lungo un tragitto che da Premana porta alla Bocchetta di Trona e al Lago dell’Inferno (quota €70 comprensiva di assicurazione infortuni, da versare il giorno del trekking).

Il programma può subire variazioni in relazione alle condizioni meteo e ambientali, oltre che alle richieste dei partecipanti. Per poter organizzare al meglio le escursioni è richiesta la prenotazione entro tre giorni prima della data in calendario per i trekking di un giorno, entro almeno una settimana per quelli in cui è previsto il pernottamento in rifugio.

Per informazioni, prenotazioni e per rimanere aggiornati su nuovi trekking fotografici, anche inerenti aspetti tecnici specifici o particolari soggetti naturalistici, è possibile scrivere a info@valsassinanews.com.

 

 




LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO Valsassina




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COME TI COMPORTI IN OCCASIONE DEL "BLACK FRIDAY"?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

VN SU FACEBOOK