OGGI SPOSI: LUI RIFUGIATO, LEI ITALIANA DI 2ª GENERAZIONE. A CREMENO È AFRICANO IL PRIMO MATRIMONIO CIVILE DELL’ANNO



CREMENO – Giornata speciale per Hamza Amadou e Sadia Tchakpide Alimat che questo pomeriggio si sono sposati davanti al sindaco di Cremeno Pier Luigi Invernizzi in quello che è stato il primo matrimonio civile del 2018 in paese. Per incontrare la sua innamorata, nata e cresciuta a Parma, Hamza ha letteralmente attraversato il mare. Fino in Emilia dove amici in comune li hanno fatti incontrare.

Togolese di Lomé, la capitale che si affaccia sul Golfo di Guinea, il ragazzo oggi 22enne è stato tra i primi ospiti del centro d’accoglienza di Maggio: serio e affidabile nonostante la giovanissima età, ha convinto la cooperativa Tre Fontane a credere in lui ed oggi è un operatore della struttura. Proprio lì si è diretto il corteo, una volta terminata la cerimonia, per la festa e il taglio della torta.

“Hamza – racconta il direttore del Cas, e testimone di nozze, Giuseppe Ranù – è un ragazzo sempre disponibile, preciso e grande lavoratore. È stato un ospite serio ed educato, rispettoso delle regole, e dopo aver visto riconosciuta la protezione umanitaria nel 2016 ha iniziato a lavorare con la nostra società di ristorazione. A settembre 2017 il primo incarico nel centro di Cremeno come operatore in quanto conosce molti dialetti africani e parla bene sia l’inglese sia il francese“.

C.C.
c.canepari@iperg.net

 




LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

METEO Valsassina




I SONDAGGI DI VALSASSINANEWS

QUALE AREA DELLA VALSASSINA SECONDO TE È LA PIÙ BELLA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...