LUCE E GAS: COME È STRUTTURATA LA BOLLETTA



Sebbene molti di noi ormai siano estremamente pratici di bollette, per alcuni la lettura delle fatture per i nostri contratti energetici luce e gas è spesso ostica. Anche se si è fatto di tutto per poter snellire questo tipo di documentazioni, le bollette rimango spesso incomprensibili. Se volete, però, provare a risparmiare qualcosa, il primo passo è sicuramente scoprire i perché dei vostri consumi.

Come è strutturata la nuova fattura? Le nuove bollette Enel sono chiamate “bollette sintetiche” in quanto presentano solo le informazioni di base relative ai consumi e agli importi dovuti. Non sono presenti le informazioni dettagliate, ossia i corrispettivi unitari applicati ai consumi.

Image result for bollette sintetiche enelLa bolletta sintetica è strutturata nel seguente modo: in alto è presente la dicitura relativa alla tipologia di cliente, ossia se quest’ultimo è sul mercato libero dell’energia o nel mercato di maggior tutela.

Al centro sono presenti i dati personali del cliente, ossia quelli anagrafici, e i dati della fornitura. Qui troviamo le caratteristiche del contatore installato nell’abitazione e se quest’ultima è luogo di residenza. A conclusione vi sono le informazioni sul tipo di fornitura, se domestica o aziendale.

Nella parte più bassa della prima pagina incontriamo le informazioni tecnica, ossia quelle informazioni identificative (per lo più codici) della fornitura POD o PDR in base al fatto che la bolletta si riferisca all’utenza energetica o a quella del gas.

Sempre nella parte bassa ma nell’angolo destro, troveremo le informazioni di emissione ed importo che ci diranno, in soldoni, quanto abbiamo consumato complessivamente nel periodo preso in esame e quale sarà l’esborso economico che dovremo corrispondere ad Enel.

Le novità della nuova bolletta

La nuova bolletta prevede che i recapiti del fornitore siano ben visibili, infatti in seconda pagina, nella parte alta sulla destra troveremo i numeri telefonici del pronto intervento e per la segnalazione di guasti sia per il servizio gas che per quello energia, oltre che quello per i reclami o le richieste di informazioni.

Subito sotto troveremo il totale della bolletta, ossia il dettaglio di quello che dobbiamo andare a pagare entro la data di scadenza, suddiviso in cinque categorie:

-Spesa per la materia energia o gas naturale
-Spesa per il trasporto e la gestione del contatore
-Spesa per oneri di sistema
-Iva e accise
-Abbonamento canone RAI

Il primo punto riporta le voci definite dal fornitore come il prezzo applicato ai consumi, la seconda riporta i costi relativi al trasporto dell’energia dalla centrale alla nostra abitazione e include le spese per la lettura e la manutenzione del contatore, costi fissi cui tutti dobbiamo sottostare. Il terzo riguarda le spese atte a mantenere il servizio in equilibrio, ossia tutto ciò che paghiamo per finanziare la produzione di energia rinnovabile. Il quarto punto riguarda le imposte da pagare in fattura, mentre il quinto è relativo al canone annuale sul possesso di un apparecchio televisivo che ormai da alcuni anni si paga in bolletta.

L’ultimo elemento è quello di dettaglio sui consumi e le letture. In questa parte della bolletta, infatti, troveremo le indicazioni del contatore e le sue letture specificando se queste si trattano di letture effettive, autoletture o stimate, in quest’ultimo caso ci sarà anche l’indicazione del fatto se queste possano o meno essere soggette a conguaglio da parte del cliente.

Se pensate che sia necessario cambiare la vostra fornitura elettrica o di gas o se volete semplicemente cercare una migliore tariffa su www.comparasemplice.it troverete le migliori offerte del momento.




LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

METEO Valsassina




I SONDAGGI DI VALSASSINANEWS

QUANTO TI INTERESSA L'ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...