198 SFOLLATI A PRIMALUNA, SOLO 13 AL CFPA. ARTUSI: “NON RIENTRA NESSUNO FINCHÈ MANCANO LE GARANZIE DI SICUREZZA”



PRIMALUNA – Solo 13 abitanti di Primaluna si sono appoggiati alle strutture messe a disposizione (nello specifico il Cfp Alberghiero di Casargo). Tutti gli altri hanno dormito da parenti e amici o in altre strutture ricettive locali.

Lo specifica l’amministrazione comunale del paese di Centro Valle, martoriato dall’ondata di maltempo che ha colpito in particolare Primaluna e Premana. Località per le quali entrambi i sindaci mostrano gravi preoccupazioni in ordine alla sicurezza del territorio. Giè ieri Elide Codega prima cittadina premnese aveva dichiarato a VN che

Le paratie a monte a protezione del paese hanno tenuto ma sono sono piene di fango, massi e tronchi di alberi  e devono essere liberate; temiamo l’effetto-diga, perché non vi è più protezione alcuna se non questa”

Di oggi le parole, sempre ricche di apprensione, da parte del borgomastro di Primaluna Mauro Artusi. Che in una intervista al nostro giornale on line si pronuncia in modo molto netto sulla situazione: “Quanto è accaduto negli ultimi giorni è senza precedenti e ci preiccupa molto per il presente e il futuro. Su Primaluna e Cortabbio sono scese tonnellate e tonnellate di materiale oltre all’enorme massa d’acqua, ci sono intere zone sommerse e le difese in caso di ulteriori fenomeni del genere sono al minimo. Per questo, non posso assumermi la responsabilità, almeno per il momento, di ritirare l’ordine di evacuazione delle aree maggiormente a rischio”.

Intanto la Provinciale della Valsassina rimane interrotta all’altezza di Primaluna in attesa che i lavori di sgombero e messa in sicurezza della SP62 siano compiuti.

L’ORDINANZA DEL COMUNE PER LE CASE VICINE ALLA VALLE MOLINARA

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

CREDI AI NUMERI "UFFICIALI" LEGATI AL CORONAVIRUS?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

STRADE VUOTE, LA VALLE ‘RISPETTOSA’

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO